La mafia dentro casa. Brescia e il ricatto dei clan della malavita organizzata

Dal convegno su “antiriciclaggio e lotta alla mafia” che si è tenuto ieri pomeriggio alla Cisl arriva un grido d’allarme sul livello di infiltrazione della criminalità organizzata nel nostro territorio, ma anche un appello perché Brescia reagisca con un “manifesto della responsabilità sociale”, un patto tra lavoratori e istituzioni per alzare la soglia di attenzione e reagire concretamente ad una minaccia sempre più diffusa. Del convegno riferisce questa mattina il quotidiano Bresciaoggi con un articolo particolarmente incisivo. […]

Gli appuntamenti della settimana

E’ una settimana piena di iniziative quella che inizia oggi alla Cisl: covegni, corsi e cinema. Ecco un rapido promemoria. […]

Fare muro contro le infiltrazioni mafiose. Martedì 25 un convegno alla Cisl

Con la parola firewall – che letteralmente significa muro tagliafuoco – si definisce un sistema di protezione che mette al riparo i nostri computer dai virus informatici. Postali (Slp) e bancari (Fiba) della Cisl ha scelto il concetto di firewall per una serie di iniziative in Lombardia che intendono riflettere e far riflettere sulle infiltrazioni mafiose nell’economia della nostra regione. […]

I Comuni e i beni confiscati alla mafia

Le infiltrazioni della mafia nelle regioni del Nord Italia sono ormai un dato di fatto: è di pochi giorni fa il sequestro di un albergo a Desenzano finito nelle mani della criminalità organizzata. Parlare del fenomeno, dicuterne con la gente e un importante elemento di sensibilizzazione che vede anche il sindacato, la Filca Cisl in particolare con il Progettio San Francesco, in prima linea. […]

Contro tutte le mafie. La Filca e il Progetto S. Francesco

Il Progetto San Francesco è una iniziativa della Filca Cisl nazionale per promuovere la cultura della legalità e della giustizia attraverso il dialogo di conoscenza e formazione tra Sindacato, Istituzioni, Forze dell’Ordine, ed Enti ispettivi del lavoro. La Filca Lombardia è struttura territoriale particolarmente attiva del progetto. La stagione delle “grandi opere”, infatti, ha rafforzato l’attenzione della criminalità organizzata al Nord, dove già da decenni opera e prospera, a volte nel silenzio.

Nell’ottobre del 2010, in occasione della presentazione nel Consiglio regionale della Lombardia di un ordine del giorno contro le mafie, il Segretario regionale della Filca Battista Villa aveva spiegato: “La Lombardia è la nuova frontiera della lotta alla mafia perché la violenza della ‘ndrangheta, la politica di Cosa Nostra e la prepotenza della camorra qui trovano unità di intenti criminali. Ma sono certo che non passeranno, perché la Cisl e la Filca saranno lo strumento di coesione delle migliori forze sociali. Noi non ci spaventiamo e nel 60esimo anniversario della fondazione della Cisl vogliamo celebrare il compleanno di una nuova unità nazionale. Milano e l’Expo, ne siamo convinti, potranno essere, con l’aiuto della magistratura e di polizia e carabinieri e con il lavoro comune degli imprenditori perbene, la nuova Teano di unità nazionale”.

Anche la Filca di Brescia sostiene e promuove il Progetto. Nel marzo del 2010 ha organizzato un importante convegno dal titolo “Uniti contro tutte le mafie”, a sostegno di una proposta di legge per contrastare le infiltrazioni mafiose negli appalti.

Il Progetto San Francesco ha una pagina web nel sito della Filca Cisl nazionale.

Un centro studi contro le mafie e l’illegalità

Da bene della mafia a centro per la legalità. E’ successo a Cermenate, in provincia di Como, dove le chiavi di una villa confiscata alla ’ndrangheta sono state consegnate dal ministro Roberto Maroni al Segretario nazionale della Cisl Raffaele Bonanni e a padre Antonio Garau, responsabile del progetto Jus Vitae. Nella villa, infatti, sorgerà un centro di alta formazione contro le mafie, dedicato a Giorgio Ambrosoli, ucciso dalla mafia a Milano nel 1979. Insieme a Jus Vitae, a gestire il centro ci saranno anche il Comune di Cermenate e il Progetto San Francesco, l’ambizioso programma antimafie animato da Filca Cisl, Fiba Cisl e dal Siulp, il Sindacato di polizia.
Maroni ha ricordato che “la Lombardia è la quarta regione per beni confiscati, e quindi sbaglia chi sottovaluta il rischio di infiltrazioni mafiose nella regione”. Bonanni ha sottolineato “il forte impegno dei sindacalisti del nord e del sud contro il cancro del malaffare”. Per Domenico Pesenti, Segretario generale Filca, “la battaglia contro la criminalità si vince solo se è tutta la comunità, nessuno escluso, che affronta il pericolo mafioso. La nostra azione è triplice: tutelare le imprese oneste, assicurando la leale concorrenza; tutelare la retribuzione e la sicurezza dei lavoratori; assicurare la qualità del costruito e, non da ultimo, impegnarsi per la libertà, la democrazia e la convivenza”.

Ecco il servizio del telegiornale di Espansione Tv di Como.

CISL BRESCIA: accessi in sicurezza regolati su prenotazione 030 3844511