Lavoro, i leader sindacali di Cgil Cisl e Uil oggi al Quirinale

Palazzo del QuirinaleIl presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, riceve oggi al Quirinale i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil.

Per il segretario nazionale della Cisl, Annamaria Furlan, molti sono […]

“Non dovremmo smettere mai di ringraziarvi”. Il Capo dello Stato per la Giornata della donna

FotoSenza le donne l’Italia sarebbe più povera e più ingiusta”. Lo ha detto il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella nella cerimonia di ieri al Quirinale in occasione della […]

Furlan (Cisl): dal Presidente della Repubblica importante riconoscimento alle parti sociali

mattarella-giuramentoQuesta mattina in Parlamento, Sergio Mattarella ha prestato il giuramento da dodicesimo Capo dello Stato, pronunciando poi un discorso chiaro e conciso che ha toccato […]

Sergio Mattarella è il nuovo Presidente della Repubblica. Torri (Cisl): scelta di grande rilievo

sergio mattarella è il nuovo presidente della repubblica“Quella di Sergio Mattarella è una scelta di grande rilievo sul piano morale ed etico”. Lo afferma il segretario generale della Cisl bresciana Enzo Torri subito dopo la proclamazione del voto che ha sancito l’elezione di […]

Il Presidente della Repubblica si è dimesso. Tantissimi i #GraziePresidente

le dimissioni di Giorgio NapolitanoIl Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano ha firmato questa mattina alle ore 10.35 l’atto di dimissioni dalla carica. Il Segretario Generale della Presidenza della Repubblica ne ha […]

Al Quirinale giura il Governo Renzi

Matteo Renzi è da questa mattina alla guida del nuovo Governo. Come Presidente del Consiglio dei Ministri ha prestato giuramento davanti al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

Renzi ha ricevuto poi a Palazzo Chigi il […]

Giorgio Napolitano rieletto alla Presidenza della Repubblica

giorgio napolitanoCon 738 voti Giorgio Napolitano è stato rieletto Presidente della Repubblica. Dopo le gravi spaccature registrate nelle precedenti votazioni in seno al Partito Democratico con la bocciatura nel segreto dell’urna delle candidature di Franco Marini e di Romano Prodi (vicenda che ha portato alle dimissioni del segretario del partito, Pierluigi Bersani) Napolitano ha accettato la proposta venuta da Pd, Pdl e Scelta civica per una sua conferma al Quirinale. “Mi muove in questo momento il sentimento di non potermi sottrarre a un’assunzione di responsabilità verso la nazione – si leggeva nella nota ufficiale diffusa dal Quirinale – confidando che vi corrisponda una analoga collettiva assunzione di responsabilità”.

Stefano Rodotà, votato dal Movimento 5 Stelle e da Sinistra e libertà, ha ottenuto 217 preferenze. L’aula di Montecitorio ha salutato con un fragoroso e lungo applauso l’avvenuta rielezione: tutti in piedi, con la vistosa eccezione dei parlamentari del Movimento 5 Stelle, che sono rimasti seduti. Mentre in piazza Montecitorio si sono levati cori e fischi da parte della folla raccolta per sostenere Stefano Rodotà.

Firmato il Decreto sulla spending review

Il Presidente della Repubblica ha firmato il Decreto Legge approvato dal Consiglio dei ministri sulla spending review. I provvedimenti, già pubblicati in Gazzetta Ufficiale, riguardano il congelamento dell’aumento Iva fino al 2014, il dimezzamento delle Province, i tagli alla sanità e una profonda riorganizzazione delle sedi giudiziarie. […]

Unità e solidarietà. Il Presidente Napolitano per la Festa della Repubblica

“Celebriamo oggi il 2 giugno per esprimere lo spirito di solidarietà e unità nazionale che ci guida e che costituisce la miglior garanzia in tempi così difficili e anche dolorosi”. E’ il passaggio chiave del messaggio che il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha indirizzato agli italiani nel giorno della Festa della Repubblica.
Il testo e il video dell’intervento del Presidente

Gli auguri del Presidente della Repubblica sono un incitamento alla fiducia

Fiducia. Giovani. Paese. Lavoro. Sono le parole maggiormente usate dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano nel tradizionale appuntamento del discorso di fine anno. Il Capo dello Stato ha invitato a guardare lontano, a fare ciò che dobbiamo fare per rimettere in sesto i conti del nostro Paese e la sua credibilità pensando al bene e al futuro dei giovani.

IL DISCORSO DEL PRESIDENTE

Continua l’iniziativa sindacale sulla manovra. Cgil Cisl Uil si appellano a Napolitano

La pressione sindacale di Cgil, Cisl e Uil per cambiare la manovra economica continua e non sono da escludere nuove iniziative. Lo ha affermato il Segretario generale della Cisl Raffaele Bonanni al termine dell’incontro con i colleghi di Cgil e UIl  dopo il presidio fatto ieri dalle tre organizzazioni sindacali davanti a Montecitorio. Il leader della Cisl non ha usato mezzi termini. “Questa nostra iniziativa – ha detto Bonanni – è per protestare contro una manovra sulla quale non c’è stata discussione e che colpisce solo lavoratori dipendenti e pensionati come mai fino ad ora. Di fronte alle nostre richieste di patrimoniale, vendita del patrimonio pubblico e riduzione dei costi della pubblica amministrazione, ci siamo sentiti opporre solo rifiuti e richiami al rigore. La manovra è rigorosa ma non equa e per questo ci appelliamo al Presidente della Repubblica che ha fatto della coesione sociale e dell’equità un richiamo costante”.

Imprese e sindacati: subito un nuovo Governo

Le parti sociali scendono in campo per sollecitare – in termini perentori – l’avvio del nuovo Governo già da lunedi. Con una nota congiunta, Confindustria, Abi, Ania,Rete Italia, Alleanza Cooperative, Cisl, Uil e Ugl, affermano che “il tempo dell’attesa è finito”. […]