Dal “progetto Invatec” risposte concrete per tante lavoratrici

Sullo schermo della saletta in cui questa mattina si è svolta la conferenza stampa di presentazione dei risultati del “progetto Invatec” sono comparsi tanti numeri, ma […]

Sindacati in allarme per la situazione di emergenza dei Centri per l’impiego

Chiarire urgentemente l’assetto istituzionale delle politiche attive nel nostro Paese e garantire risposte alle migliaia di lavoratori, precari e non, dei Centri per l’Impiego. Sono queste le motivazioni che hanno portato […]

779 bresciani nella sperimentazione dell’assegno di ricollocazione

Delle 30.000 lettere che segnano l’avvio della sperimentazione a livello nazionale dell’assegno di ricollocazione (buoni da spendere per ottenere un’assistenza intensiva alla […]

10 cose da sapere sulle politiche attive per il lavoro. Dalla Cisl una campagna informativa

Far capire a chi cerca il primo impiego e a chi perde un posto di lavoro che non sarà lasciato solo e che la ricollocazione nel nostro Paese deve diventare un […]

Politiche attive per il lavoro, patto tra Regione Lombardia e parti sociali

dote unica lavoroSono almeno 12.000 i disoccupati che ogni mese in Lombardia chiedono una indennità e devono essere presi in carico dal sistema di politiche attive. In realtà, nonostante la convenzione firmata lo […]

La Cisl sfida le aziende: i risparmi sulla mobilità vanno dirottati alla formazione

fondi interprofessionaliA fine 2016 le aziende sopra i 15 dipendenti non dovranno più versare lo 0,30% calcolato sulla retribuzione dei lavoratori  per pagare la mobilità: perché non usarlo in tutto o in parte per finanziare […]

Il lavoro ha bisogno di politiche attive. Dibattito in Aib con la Cisl

Le politiche attive per favorire l’incontro tra domanda e offerta di lavoro saranno al centro di un dibattito tra istituzioni, sindacato e operatori del settore promosso dall’Associazione Industriale Bresciana. L’incontro si terrà […]

Un patto tra Regione e Parti Sociali per cassaintegrati e disoccupati

E’ stato firmato oggi il patto per le politiche attive del lavoro tra Regione Lombardia e parti sociali. Il patto rinnovo e migliora lo strumento della dote per incentivare e sostenere i lavoratori in cassa in deroga e chi è disoccupato a trovare un nuovo posto di lavoro o a riqualificarsi. […]

Accordo in Regione: rifinanziata per il 2012 la Cassa in deroga per le piccole imprese

Regione Lombardia e parti sociali hanno sottoscritto un nuovo accordo quadro sulla cassa integrazione in deroga per l’anno 2012, ammortizzatori sociali pensati per le imprese artigiane e cooperative con meno di 15 dipendenti e per le imprese del settore commercio fino a 50 dipendenti. Da gennaio ad ottobre di quest’anno a Brescia la cassa integrazione in deroga ha consentito di intervenire a favore di oltre 10.000 lavoratori e di 850 aziende.  L’accordo (clicca qui per il testo integrale) oltre a sostenere il reddito dei lavoratori colpiti dalla crisi e ad evitare che questi ultimi siano espulsi dal mondo del lavoro, “prevede – spiega il Segretario generale della Cisl di Brescia Enzo Torri – politiche per il ricollocamento dei dipendenti, finanziando corsi di formazione e percorsi di riqualificazione per gli addetti di imprese in difficoltà». […]

Petteni (Cisl Lombardia): per non dire solo no, proposte unitarie sul mercato del lavoro

Negli ultimi tre anni, a causa della crisi, sono stati licenziati 167mila lavoratori lombardi. E’ quanto emerge dal monitoraggio condotto dalla Cisl regionale sulla base dei dati Inps. […]

L’occupazione ha bisogno di politiche attive

Cosa sono le politiche attive per il lavoro? Perché la Cisl ne fa una questione centrale per il superamento della crisi e pensare ad una nuova fase di sviluppo economico e di ripresa occupazionale? Sono i temi di una intervista che l’emittente Brescia Punto TV ha realizzato oggi con Paolo Reboni, Segretario della Cisl di Brescia. Nel corso dell’intervista Reboni illustra anche l’impegno del sindacato e della Cisl in particolare, sulla ricollocazione dei lavoratori in mobilità con azioni che coinvolgano pubblico e privato.

Guarda l’intervista di Brescia Punto TV a Paolo Reboni