Sergio Mattarella è il nuovo Presidente della Repubblica. Torri (Cisl): scelta di grande rilievo

sergio mattarella è il nuovo presidente della repubblica“Quella di Sergio Mattarella è una scelta di grande rilievo sul piano morale ed etico”. Lo afferma il segretario generale della Cisl bresciana Enzo Torri subito dopo la proclamazione del voto che ha sancito l’elezione di […]

I Pensionati incalzano il Governo

ROTTA-300x300I sindacati dei pensionati Spi Cgil, Fnp Cisl e Uilp Uil chiedono unitariamente al nuovo governo, alle forze politiche e al Parlamento italiano “una svolta nella politica economica e […]

Giorgio Napolitano ha giurato al Parlamento

Giorgio Napolitano, dodicesimo Presidente della Repubblica e primo Capo dello Stato italiano rieletto, ha giurato davanti al Parlamento in seduta comune. Napolitano ha tenuto un discorso durissimo. “Imperdonabile – ha detto – resta la mancata riforma della legge elettorale. La mancata revisione di quella legge ha prodotto una gara accanita per la conquista, sul filo del rasoio, di quell’abnorme premio, il cui vincitore ha finito per non riuscire a governare”. […]

Giorgio Napolitano rieletto alla Presidenza della Repubblica

giorgio napolitanoCon 738 voti Giorgio Napolitano è stato rieletto Presidente della Repubblica. Dopo le gravi spaccature registrate nelle precedenti votazioni in seno al Partito Democratico con la bocciatura nel segreto dell’urna delle candidature di Franco Marini e di Romano Prodi (vicenda che ha portato alle dimissioni del segretario del partito, Pierluigi Bersani) Napolitano ha accettato la proposta venuta da Pd, Pdl e Scelta civica per una sua conferma al Quirinale. “Mi muove in questo momento il sentimento di non potermi sottrarre a un’assunzione di responsabilità verso la nazione – si leggeva nella nota ufficiale diffusa dal Quirinale – confidando che vi corrisponda una analoga collettiva assunzione di responsabilità”.

Stefano Rodotà, votato dal Movimento 5 Stelle e da Sinistra e libertà, ha ottenuto 217 preferenze. L’aula di Montecitorio ha salutato con un fragoroso e lungo applauso l’avvenuta rielezione: tutti in piedi, con la vistosa eccezione dei parlamentari del Movimento 5 Stelle, che sono rimasti seduti. Mentre in piazza Montecitorio si sono levati cori e fischi da parte della folla raccolta per sostenere Stefano Rodotà.

Mercato del lavoro: Pd e Pdl recepiscono l’avviso comune di sindacati e imprese

Accordo tra tutti i partiti che sostengono il Governo per quanto riguarda gli emendamenti sul tema del mercato del lavoro da presentare al Decreto sviluppo. […]

Continua l’iniziativa sindacale sulla manovra. Cgil Cisl Uil si appellano a Napolitano

La pressione sindacale di Cgil, Cisl e Uil per cambiare la manovra economica continua e non sono da escludere nuove iniziative. Lo ha affermato il Segretario generale della Cisl Raffaele Bonanni al termine dell’incontro con i colleghi di Cgil e UIl  dopo il presidio fatto ieri dalle tre organizzazioni sindacali davanti a Montecitorio. Il leader della Cisl non ha usato mezzi termini. “Questa nostra iniziativa – ha detto Bonanni – è per protestare contro una manovra sulla quale non c’è stata discussione e che colpisce solo lavoratori dipendenti e pensionati come mai fino ad ora. Di fronte alle nostre richieste di patrimoniale, vendita del patrimonio pubblico e riduzione dei costi della pubblica amministrazione, ci siamo sentiti opporre solo rifiuti e richiami al rigore. La manovra è rigorosa ma non equa e per questo ci appelliamo al Presidente della Repubblica che ha fatto della coesione sociale e dell’equità un richiamo costante”.

Via libera alla manovra. Proteste e scontri davanti a Montecitorio

Via libera definitivo della Camera al decreto legge con la manovra di Ferragosto. I voti favorevoli sono stati 314, i contrari 300. Come già al Senato, il Governo ha posto la questione di fiducia, votata dall’Aula di Montecitorio nel primo pomeriggio. Il provvedimento assicurerà il raggiungimento del pareggio di bilancio nel 2013. Mentre i parlamentari votavano, all’esterno di Montecitorio, per tutto il pomeriggio, sono andate avanti manifestazioni di protesta, con relativo contorno di lanci di lacrimogeni da parte delle forze dell’ordine. Alle otto di sera il centro della capitale era ancora paralizzato dai cortei dei manifestanti. (ildiariodellavoro.it)

 

La manovra bis in Parlamento. Napolitano: risposte urgenti, decisioni immediate

Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano è intervenuto ieri sulla grave situazione economica che attraversa il Paese e sulle risposte del Governo e della poltica. Un discorso fatto a Rimini nel giorno d’apertura del Meeting di Comunione e Liberazione, in cui non sono mancati rilievi tanto all’azione dell’Esecutivo quanto al ruolo dell’opposizione. L’intervento del Capo dello Stato assume particolare rilievo anche perchè pronunciato alla vigilia della discussione parlamentare della manovra bis che inizierà domani al Senato. […]

CISL BRESCIA: Uffici aperti. Accessi in sicurezza regolati su prenotazione allo 030 3844 511