Scontrini e lotteria contro gli evasori. Newsletter 93-2019

La misura approvata ormai quasi tre anni fa dal governo Gentiloni è ora pronta a partire: ogni acquisto darà diritto a una serie di biglietti virtuali con cui si potrà partecipare all’estrazione di premi fino a un milione di euro.

Il prezzo della paura. Newsletter 92-2019

Di che cosa hanno paura gli italiani quando parliamo di soldi? Del futuro, di rischiare troppo, di perderli? Partiamo dai numeri di Banca d’Italia: dei 4.287 miliardi di ricchezza finanziaria posseduta dalle famiglie italiane, ben 1.371 miliardi sono parcheggiati sui conti correnti. Non si incassano interessi, non si spende, non si investe. Secondo l’ABI, nel 2018, i depositi della clientela residente sono aumentati di 32 miliardi rispetto al 2017. Una cifra uguale alla manovra di bilancio approvata a fine dicembre.

Previdenza, incontro col ministro Catalfo. Newsletter 91-2019

Si è tenuto venerdì 11 ottobre presso il Ministero del lavoro l’incontro tra le Confederazioni Cgil Cisl e Uil e le Federazioni dei pensionati Spi Cgil, Fnp Cisl e Uilp sul temi della previdenza. Tanti i temi trattati, riassunti per punti in una nota della Confederazione che riportiamo integralmente.

Su Bresciaoggi la rubrica Spi, Fnp, Uilp. Newsletter 90-2019

La newsletter Fnp Cisl rilancia oggi la rubrica quindicinale che i sindacati dei Pensionati Cgil Cisl Uil curano e pubblicano sulle pagine di Bresciaoggi.

Un patto per la salute. Newsletter 89-2019

In questi giorni il Ministero della Salute ha inviato alle Regioni 15 schede sul nuovo “Patto della Salute 2019-2021”. Molti dei temi sono presenti nella piattaforma rivendicativa che Cgil Cisl Uil hanno presentato al Governo e in base alla quale hanno chiesto al Ministro la convocazione urgente di un incontro

Anziane e relazione di cura. Newsletter 88-2019

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, “quasi ovunque non esiste ancora la consapevolezza che la long-term care – l’assistenza a lungo termine – rappresenta una priorità di salute pubblica”. In Italia la situazione è, se si vuole, ancora più variopinta. Nonostante siano disponibili normative atte a favorire la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro, in assenza di una vera parità retributiva e quindi previdenziale, le donne sono ancora viste e vissute come coloro che “devono” prendersi cura di chi ha bisogno di assistenza, veri e propri caregiver elettivi.

La spesa? Si paga con lo smartphone. Newsletter 87-2019

Secondo i dati dell’Osservatorio Mobile Payment&Commerce del Politecnico di Milano nel 2017 in Italia sono state effettuate transazioni pecuniarie a mezzo smartphone per 70 milioni: un deciso passo avanti rispetto ai soli 10 milioni del 2016.

Su Bresciaoggi la rubrica Spi, Fnp, Uilp. Newsletter 86-2019

La newsletter Fnp Cisl rilancia oggi la rubrica quindicinale che i sindacati dei Pensionati Cgil Cisl Uil curano e pubblicano sulle pagine di Bresciaoggi.

Solitudine: più insidiosa della malattia. Newsletter 85-2019

Essere vecchi e soli, sentirsi abbandonati dal mondo è una delle condizioni che geriatri, psicologi e studiosi della condizione umana ritengono la più insidiosa di tutte per la salute di chi vive l’età della vecchiaia.

Demenza: parliamone. Newsletter 84-2019

“Demenza: parliamone” è il titolo scelto per la ventiseiesima Giornata mondiale sull’Alzheimer che si celebra sabato, 21 settembre, per iniziativa di Organizzazione Mondiale della Sanità e Alzheimer’s Disease International. L’obiettivo e? informare e
sensibilizzare l’opinione pubblica su una malattia dal pesante carico emotivo, sanitario e sociale.

L’influenza va prevenuta. Newsletter 83-2019

Nel mese di agosto la Conferenza Stato-Regioni ha approvato il documento “Prevenzione e controllo dell’influenza: raccomandazioni per la stagione 2019-2020”. Il documento consiglia la vaccinazione antinfluenzale per le categorie piu? a rischio, quali bambini dai 6 mesi in su, anziani over 65, donne in gravidanza.

Evasione dell’IVA, Italia da record. Newsletter 82-2019

Lo Stato italiano nel 2017 ha perso oltre 33,6 miliardi di euro in Iva non riscossa, confermandosi per l’ottavo anno consecutivo il Paese in Europa dove l’evasione dell’imposta sul valore aggiunto crea il danno maggiore alle casse pubbliche.