Basta parole! Il leader della Cisl Bonanni: “Caro Letta, devi avere coraggio!”

striscione sloganCaro Letta, devi avere coraggio!“. Lo ha affermato il leader della Cisl, Raffaele Bonanni, in Piazza San Giovanni a Roma chiudendo il suo intervento dal palco della manifestazione nazionale di Cgil Cisl Uil per il lavoro. “Il paese perisce e la classe dirigente si perde in chiacchiere – ha aggiunto Bonanni – e noi siamo in piazza per ricordare alla classe dirigente i doveri che ha. Deve lavorare per il paese reale: lavoratori, pensionati e giovani, che sono la vera ricchezza del paese“. Bonanni ha aggiunto che in piazza “c’è l’Italia che non getta la spugna e che vuole ripartire. […]

La Cisl Brescia alla manifestazione di Roma. Bonanni: pronti alla mobilitazione generale

(Roma 16,30) Cisl e Uil stanno manifestando a Roma, in Piazza Navona per chiedere al Parlamento di modificare la manovra economica del Governo nel segno dell’equità. Il palco da dove è intervenuto il Segretario generale della Cisl Raffaele Bonanni e dove ora sta intervenendo il leader della Uil Angeletti è a pochi metri da Palazzo Madama dove prenderà avvio la discussione sul Decreto del Governo e sugli emendamenti. Bonanni è stato molto duro con il Governo che ha accusato di inaffidabilità ed ha annunciato la mobilitazione della Cisl a tutti i livelli per fare pressione sul Parlamento e sostenere la domanda di maggiore equità e giustizia nei provvedimenti. Senza risposte concrete e verificabili – ha detto Bonanni – la Cisl non esiterà ad utilizzare lo strumento della mobilitazione generale.

Alla manifestazione in corso nella Capitale sono presenti delegazioni di tutte le Cisl territoriali; una decina i dirigenti della Cisl bresciana che partecipano all’iniziativa di protesta.

“Ci aspettiamo – ha detto ancora Bonanni – che il governo rifletta prima di varare la manovra e dia un segno di equità. Speriamo che il Parlamento si faccia sentire non nel fare i giochetti ma nel condividere una manovra che non ricada solo sulle spalle di pochi. Chiediamo inoltre a Berlusconi di non mettere la fiducia e all’opposizione di fare proposte chiare”. Per il leader della Uil Luigi Angeletti “gli scioperi servono solo quando si combatte un padrone, colpendone la produzione, ma contro un sistema politico quello che conta è il consenso, se colpiamo il consenso i governi capitolano”.

CISL BRESCIA: Uffici aperti. Accessi in sicurezza regolati su prenotazione allo 030 3844 511