Al lavoro per 5 € all’ora! La vergogna del lavoro irregolare nel bresciano

“Pagati la metà di quanto dovuto, non solo, anche sorvegliati da telecamere che vigilavano sul loro comportamento”. Il quotidiano Bresciaoggi dedica l’apertura di prima […]

Nel Rendiconto INPS conferme sulla ripresa economica

La professionalità delle risorse umane e la capillarità della presenza sul territorio, costituiscono un fattore determinante nella qualità dei servizi che l’INPS di […]

Edilizia: un’altra stretta per portare allo scoperto lavoro nero e irregolarità

Continua l’azione degli attori del mondo delle costruzioni, e in prima linea ci sono anche i sindacati, per portare allo scoperto il lavoro nero e il lavoro irregolare che purtroppo caratterizza il settore. Un dato […]

Il lato oscuro del lavoro. Uno studio Censis e Confcooperative sul lavoro irregolare

Tra il 2012 e il 2015 “l’occupazione regolare è scesa del 2,1%, mentre quella irregolare è salita del 6,3%, portando a oltre 3,3 milioni i lavoratori che vivono in un cono d’ombra non monitorato”. E’ il dato davvero allarmante che emerge da uno studio di Censis e Confcooperative intitolato: “Negato, irregolare, sommerso: il lato oscuro del lavoro”. Nel periodo preso in considerazione, “mentre nell’economia regolare venivano cancellati […]

Lotta al caporalato, bene la legge ma occorre fare di più

C’è il Sud, ma c’è anche tanto Centro-Nord nella geografia dello sfruttamento del lavoro in agricoltura”.

Lo scrive il segretario nazionale della […]

Caporalato, la Camera ha approvato il decreto legge contro lo sfruttamento del lavoro

caporalatoLa Camera dei Deputati ha approvato in via definitiva il decreto legge per il contrasto al caporalato e allo sfruttamento del lavoro in agricoltura.

Con il via libera alla legge vengono […]

Lavoro nero, in Italia potrebbero essere due milioni le persone coinvolte

Lavoro-neroNel 2015 in Italia l’attività ispettiva del Ministero del Lavoro ha toccato 206.080 aziende; durante i controlli sono state scoperte irregolarità per 182.523 lavoratori a carico di 136.028 unità produttive: 64.775 i lavoratori risultati completamente in […]

Il lavoro nero ruba alla collettività 25 miliardi di euro

lavoro neroOgni anno in Italia circa 2 milioni di lavoratori – muratori, braccianti, colf, cuochi e camerieri – sono completamente sconosciuti alle autorità pubbliche. E’ l’esercito del lavoro nero, una […]

Nel 2005 a Brescia scoperti 1520 lavoratori in nero

Mentre si discute di come recuperare risorse combattendo l’evasione fiscale e contributiva, fa impressione l’enormità dei dati risultanti dall’attività di vigilanza ispettiva dell’Inail nel 2005 anche in Lombardia. Nella nostra Regione sono state scoperte 2568 imprese non regolari, pari al 68% delle aziende controllate. Con la presenza di ben 5421 lavoratori in nero, più di 2 per azienda. Una quantità impressionante di denaro sottratto all’Inps, all’Inail e al fisco, con un danno grave per tutta la collettività e per i singoli lavoratori irregolari. Nei dodici mesi dello scorso anno 64 ispettori Inail Lombardia hanno recuperato versamenti non effettuati per quasi 22 milioni di euro. Il maggior numero di irregolarità si registra a Milano con 664 aziende non a posto, 2.277 lavoratori in nero e oltre 247milioni di euro di retribuzioni omessi dalle dichiarazioni. Seguono Brescia (500 aziende, 1.530 lavoratori irregolari, 128milioni di euro non versati), Bergamo e Varese. (Ansa)

La Cisl contro il lavoro nero

La Cisl ha sottoscritto, unitamente ad altre 36 realtà associative, un avviso comune al Governo con proposte concrete per affrontare e sconfiggere il lavoro nero che in Italia rappresenta ancora una piaga per l’economia. L’Esecutivo si impegnato a recepire il documento e a trasformarlo in atti normativi. Si mette così un punto fermo alla lotta contro il sommerso per il sommerso per il risanamento dell’economia e per ridare dignità ai tanti lavoratori sfruttati e troppo spesso ricattati.

Leggi il testo integrale dell’avviso comune.