La militanza salda e tenace di Carlo Bonera

Ad un anno dalla scomparsa avvenuta il 21 settembre 2012, la Federazione dei Pensionati Cisl di Brescia e il gruppo Fnp di Collebeato ricordano Carlo Bonera, per lunghi anni sindacalista della Federazione dei metalmeccanici, poi operatore del Sindacato inquilini della Cisl e da pensionato capo Lega della Fnp del suo paese. […]

Fim, UIlm e Confimi firmano il contratto per le piccole imprese metalmeccaniche

Confimi (organizzazione nata per scissione dalla Confapi), Fim Cisl e Uilm Uil hanno sottoscritto oggi il contratto nazionale di lavoro per la piccola e media industria manifatturiera metalmeccanica e della installazione di impianti. […]

“Sempre lì nel mezzo, a giocare generosi”. Ricordo di Carlo Bonera

Si sono svolti lunedì a Collebeato i funerali di Carlo Bonera. Aveva 68 anni ed una lunga esperienza sindacale nella Cisl alle spalle, in particolare nella Fim. «Era entusiasta di fare il sindacalista – scrive di lui Marco Castrezzati, già Segretario generale della Fim e amico fraterno di Carlo –  non per la gloria e tanto meno per denaro, ma per una vera e profonda passione. Essere sindacalista per lui voleva dire poter aiutare il prossimo, migliorare la condizione dei lavoratori e perché no, accrescere la propria conoscenza e cultura, perché per Carlo il sindacato era anche scuola di vita. Sì, se Ligabue l’avesse conosciuto, Una vita da mediano l’avrebbe scritta per lui: …sempre lì nel mezzo, a giocare generosi…».

«Piacere, sono il lavoratore Carlo Bonera» di Marco Castrezzati

Fim, Femca, Flaei, Fistel: avviato il percorso dei rinnovi contrattuali

Si apre la stagione dei rinnovi contrattuali per alcuni importanti settori dell’industria e dei servizi: metalmeccanico, chimico farmaceutico, gomma plastica, energetico, gas-acqua ed elettrico. […]

Saranno le banche ad anticipare ai lavoratori della Brandt la cassa integrazione

Le Banche di Credito Cooperativo anticiperanno mensilmente ai 440 lavoratori della Brandt di Verolanuova le spettanze della Cassa integrazione. […]

Alla Idra di Travagliato la Fim Cisl si conferma primo sindacato

I risultati delle elezioni per il rinnovo delle Rsu alla Idra di Travagliato confermano la Fim Cisl come primo sindacato in azienda. Al voto ha partecipato il 75% dei 115 dipendenti. La Fim ha ottenuto il 57% dei consensi eleggendo 3 delegati; Fiom e Uilm avranno ciascuno un rappresentante.

La Fim Cisl denuncia la “democrazia della prepotenza” attuata dalla Fiom

Oggi alla Iveco si vota per l’elezione delle Rappresentanze Sindacali Aziendali, ma i lavoratori non potranno esercitare il loro diritto perchè la Fiom ha annunciato che bloccherà gli ingressi in tutte le portinerie dello stabilimento. E’ la “democrazia della prepotenza” dei metalmeccanici della Cgil. Lo denuncia la Fim Cisl, insieme alle altre sigle firmatarie del contratto per il Gruppo Fiat. […]

Sullo speciale di Bresciaoggi il documento della Cisl sulla riforma del mercato del lavoro

Bresciaoggi esce questa mattina con una foliazione speciale su industria e sindacato riportando quasi integralmente il documento dell’Esecutivo della Cisl di Brescia sulla riforma del mercato del lavoro.

Speciale industria e artigianato

La Cisl nello Speciale Associazionismo del Giornale di Brescia

Il Giornale di Brescia di oggi contiene un inserto di 32 pagine dedicato all’associazionismo. Una pagina è dedicata alla Cisl e alle sue proposte sulla crisi e sui problemi di attualità legati alla riforma del mercato del lavoro.

[…]

Norma da cambiare sui licenziamenti economici, ma il resto della riforma è ok

“La Cisl di Brescia: bene i provvedimenti contro la precarietà, no ai licenziamenti”. Il titolo scelto dal Giornale di Brescia per dare conto del documento del documento approvato ieri dall’Esecutivo del sindacato di via Altipiani d’Asiago è una sintesi efficace della posizione e della valutazione del gruppo dirigente sulla riforma del mercato del lavoro. “Ci sono due questioni: la prima è quella sui licenziamenti per motivi economici per i quali noi chiediamo al Parlamento di affidare al giudice, in caso di controversia, la decisione sul reintegro nel posto di lavoro o sull’indennizzo; – spiega Enzo Torri, Segretario generale della Cisl bresciana – la seconda è sugli altri contenuti della riforma, che sono assolutamente positivi e che vanno valorizzati”.

IL DOCUMENTO DELLA CISL DI BRESCIA
L’ARTICOLO DEL GIORNALE DI BRESCIA
LA PAGINA DEL GIORNALE DI BRESCIA
IL VOLANTINO CISL SULLA RIFORMA

Il testo della riforma del mercato del lavoro varato in serata dal Governo

Il Governo ha varato in serata la riforma del lavoro e ha scelto come strumento per presentarla a Camera e Senato quello del disegno di legge: Ci sarà dunque più spazio di manovra al Parlamento. Il via libera del Consiglio dei ministri è arrivato dopo più di cinque ore di discussione ed è «salvo intese», dunque aperto a ulteriori modifiche nei prossimi giorni prima di essere formalmente consegnato ai due rami del Parlamento.

IL TESTO DELLA RIFORMA VARATO DAL GOVERNO

Licenziamenti per motivi economici. La Cisl: si adotti il modello tedesco

La Cisl ribadisce la richiesta di modificare la norma sui licenziamenti economici, adottando in pieno il modello tedesco, che prevede l’affidamento al giudice del potere di decidere tra indennizzo e reintegro: in caso di contenzioso, se dal processo emergono motivi diversi da quelli economici cioè discriminazioni, abusi, irregolarità nelle procedure o motivi disciplinari, il giudice annulla il licenziamento. Su questa strada si svilupperà nei prossimi giorni l’azione del sindacato verso i partiti in vista della discussione parlamentare della riforma del mercato del lavoro. […]

CISL BRESCIA: Uffici aperti. Accessi in sicurezza regolati su prenotazione allo 030 3844 511