Al Musil il “concorso Gavioli” per film sul mondo del lavoro

Si avvicina la scadenza per la partecipazione al concorso su film e cortometraggi dedicati al mondo del lavoro e alle sue trasformazioni: tutti i materiali […]

Trent’anni fa l’assassinio di Ezio Tarantelli

ezio tarantelli, ucciso dai terroristi il 27 marzo 1985Il 27 marzo 1985, trent’anni fa, le Brigate rosse uccidevano vigliaccamente il professore Ezio Tarantelli. Per i terroristi la sua “colpa” era quella di avere combattuto la “scala mobile”, un meccanismo che […]

La Cisl ricorda Ezio Tarantelli ucciso il 27 marzo di ventisette anni fa dalle BR

La Cisl ricorda oggi la figura dell’economista Ezio Tarantelli ucciso ventisette anni fa dalle Brigate Rosse, il 27 marzo del 1985. La cerimonia di commemorazione si è svolta a Roma all’interno della Facolta’ di Economia e Commercio, in Via del Castro Laurenziano 9, davanti al Cippo intitolato ad Ezio Tarantelli.

Cose dell’altro mondo

C’è un film che ancora nessuno ha visto ma chè è già al centro di mille polemiche. Basta guardare il trailer per capirne le ragioni

Contro il film – che sarà in concorso a settembre al Festival del Cinema di Venezia – un parlamentare della Lega ha addirittura presentato una interrogazione al Ministro dei beni culturali. Eppure, riflettere sull’immigrazione, su cosa significa e che cosa rappresenta questo fenomeno è sempre necessario. Anche dal punto di vista economico, sia per il contributo alla produzione della ricchezza interna garantito dai lavoratori stranieri, sia per il valore delle rimesse che gli immigrati mandano alle famiglie nei paesi d’origine.

Proprio su questo aspetto particolare la Fondazione Leone Moressa ha diffuso l’analisi periodica sui flussi monetari in uscita dall’Italia. Un primo importante elemento su cui riflettere viene dalle stime della Banca mondiale: in alcuni Paesi in via di sviluppo le rimesse degli immigrati ammontano a più del doppio del totale degli aiuti pubblici allo sviluppo. Per tanti paesi poveri succede oggi quello che è successo nella prima metà del Novecento in Italia, quando il nostro Paese ha potuto contare per il suo decollo industriale proprio sul denaro che milioni di emigrati italiani rimandavano a casa.
A livello nazionale, nel 2010, sono stati inviati oltre 6,4 miliardi di euro di rimesse, un volume in calo rispetto agli anni precedenti a causa della crisi economica ed occupazionale che stiamo attraversando . Mediamente ogni straniero in Italia invia nel proprio Paese 1.508 euro all’anno. Secondo lo studio della Fondazione Moressa, si stima che i cinesi che risiedono in Italia riescano a mantenere oltre mezzo milione di connazionali in Patria.
Nel 2010 gli stranieri che vivono a Brescia e provincia hanno mandato oltre 120 milioni di euro di rimesse ai loro Paesi di origine. La cifra incide per l’1.9% del totale delle rimesse italiane e pone Brescia all’ottavo posto per consistenza tra le province del nostro Paese.

Ezio Tarantelli, la forza della idee. Venerdì (ore 17,30 – ingresso libero) nell’Auditorium Cisl il film sull’economista ucciso dalle BR

La Cisl ha contribuito alla realizzazione di cortometraggio di Luca Tarantelli dedicato al padre, il grande economista Ezio Tarantelli, ucciso dalle Brigate Rosse il 27 marzo 1985. Si tratta di un film che in diciotto minuti ripropone il pensiero dello studioso, l’umanità della persona e la passione sociale di un autentico portatore di idee nuove e coraggiose. Non a caso la pellicola è intitolata: “Ezio Tarantelli: la forza delle idee”. […]

Questa sera alla Cisl “City of god”

City of God (la città di Dio) è un film che ha fatto il giro del mondo e che racconta la dura realtà della vita nelle favela di Rio de Janeiro, un film che racconta la difficoltà di vivere in luoghi reali, le difficoltà quotidiane che si ritrovano a vivere milioni di persone, per la gran parte giovani e giovanissimi, in un Paese, il Brasile,  che sta cercando di offrire speranza di un futuro ad un popolo che nonostante le difficoltà che è costretto a sopportare ha tanta voglia di vita.

Alla visione del film seguirà un approfondimento, un confronto con artisti  Brasiliani, ospiti in questi giorni nella nostra città che, con diverse modalità, in quel Paese operano quotidianamente contribuendo ad alimentare quella speranza.

L’occasione è offerta dalla Cisl di Brescia, dalla Parrocchia di Cristo Re e dal circolo Acli Cristo Re, questa sera, lunedì 4 giugno alle ore 20,45 nell’auditorium della Cisl in via Altipiano d’Asiago n. 3.

L’ingresso è libero.