Acqua ed elettricità, prezzi in aumento

A partire dal primo ottobre, complice l’andamento stagionale e lo scenario internazionale, saliranno le bollette della luce e del gas del mercato tutelato: l’elettricità subirà un […]

Settore elettrico: avviata la trattativa contrattuale

È iniziata la trattativa per il rinnovo del contratto degli oltre 60mila lavoratori elettrici, scaduto lo scorso 30 giugno. A Brescia i lavoratori interessati sono quasi 1800, quasi interamente dipendenti di A2A, Edison, Enel e Terna.

Tre le piattaforme illustrate da Filcem-Cgil, Flaei-Cisl e Uilcem-Uil al tavolo, unico, con i rappresentanti delle controparti imprenditoriali, Assoelettrica-Confindustria, Federutility-Confservizi, Enel, Gse, Sogin e Terna. Stabilizzare il perimetro e allargare l’ambito di applicazione del contratto, sviluppare la partecipazione e la bilateralità, definire una nuova e più adeguata regolamentazione del diritto di sciopero, sono alcuni degli obiettivi che si propone la Flaei-Cisl nell’ambito della trattativa. ”Siamo certi che prevarrà la volontà unitaria, – afferma il segretario generale della Flaei-Cisl, Carlo De Masi – come èè tradizione del settore, per arrivare, entro l’autunno, ad un rinnovo che rappresenti un elemento fondamentale per la ripresa economica del Paese, e quindi delle aziende elettriche, innanzitutto dal punto di vista del rilancio dell’occupazione (nell’ultimo quadriennio il calo è stato del 13,3%) e degli investimenti. Ma puntiamo anche ad un significativo recupero del potere d’acquisto dei salari e da una più adeguata partecipazione agli elevati livelli di redditività delle aziende, in attuazione dell’accordo sulla riforma della contrattazione sottoscritto dalla Cisl”.

Il prossimo incontro tra le parti è già stato programmato per il 22 settembre.

Oggi si aprono anche le trattative per il rinnovo contrattuale del settore energia e petrolio, in scadenza il 31 dicembre prossimo, che riguarda oltre 33 mila lavoratori.