I sindacati alla Loggia: soldi per la coesione sociale o per il verde?

loggia_primo_consiglio_comunale_del_bonoIn un frangente sociale come quello che stiamo attraversando, sarebbe meglio spendere soldi per la coesione sociale piuttosto che per il verde pubblico. Cgil Cisl Uil di Brescia mettono nero su bianco il […]

Lavoro e coesione sociale devono essere la priorità dell’agenda 2012

Quasi tutti i giornali riprendono oggi un lungo lancio dell’agenzia Ansa sulla maggiore delle preoccupazioni per il 2012, quella per il lavoro e la coesione sociale. “La prospettiva di un 2012 all’insegna della recessione e della disoccupazione – scrive l’Ansa e riportano oggi i quotidiani – fa tremare i sindacati  che lanciano l’allarme sulla coesione sociale”. Se per Susanna Camusso, Segretario generale della Cgil “il rischio è quello di tensioni sociali crescenti nei prossimi mesi”, il leader della Uil Luigi Angeletti osserva che “l’aumento della disoccupazione non è certo un antidoto alla pace sociale, anzi é benzina sul fuoco”. Per il Segretario generale della Cisl Raffaele Bonanni “solo con la concertazione ed il dialogo sociale si possono affrontare i problemi gravi delPaese, distribuendo il peso dei sacrifici”. […]

Italia a rischio. L’imperativo è salvare la coesione sociale

“Le parti sociali il loro dovere lo hanno fatto, suggerendo le misure da prendere, quelle che davvero servono, dando ampia disponibilità a misure anche difficili da digerire. Loro hanno capito che non c’è più tempo da perdere. (…) Il Governo [invece] ha dato cattiva prova di sé anche in questa occasione”. Lo scrive il direttore de ildiariodellavoro.it, Massimo Mascini, nell’editoriale di questa settimana. […]

La crisi, l’Italia, l’Europa. Per la Cisl solo le parti sociali possono salvare il Paese

Un nuovo patto tra imprese e sindacati per favorire investimenti, produttività e occupazione. Il Consiglio generale della Cisl riunito oggi a Roma lancia un appello a Confindustria e alle altre associazioni imprenditoriali: “Dobbiamo dare assieme, noi un segnale all’Europa – ha detto il leader della Cisl Raffaele Bonanni facendo riferimento alla crisi di fiducia verso l’Italia emerso nella riunione del G20 a Cannes – non facciamo dettare l’agenda dalla politica che è in uno stato confusionale. Va compiuto un passo ulteriore sul solco degli accordi interconfederali del 2009 e del 2011 per favorire gli investimenti, la produttività, l’occupazione. In una situazione tanto grave solo la più ampia condivisione delle responsabilità, delle forze sociali e di quelle politiche, anche di opposizione, può restituire credibilità e fiducia alla politica economica italiana”. In questo modo le parti sociali si confermerebbero il catalizzatore di un clima di fiducia di cui oggi l’Italia ha bisogno e che la politica, sempre più distante dalla gente, non riesce ad offrire. […]

Sindacato e imprese in tempo di crisi. Bonanni: insieme per il bene comune

«Abbiamo fatto grandi passi avanti perché nella crisi le imprese e i lavoratori hanno davvero collaborato». Lo ha detto ieri pomeriggio Raffaele Bonanni, Segretario generale della Cisl intervenendo al dibattito promosso dalla Compagnia delle opere di Brescia in occasione della sua annuale assemblea alla quale erano presenti anche il Segretario della Cisl Lombardia Gigi Petteni e quello della Cisl di Brescia Enzo Torri. […]

CISL BRESCIA: Uffici aperti. Accessi in sicurezza regolati su prenotazione allo 030 3844 511