Gefran, cassa integrazione dall’11 aprile

gefran - gerenzano (va)Si è conclusa oggi nella sede dell’Agenzia per il lavoro di Regione Lombardia la procedura per il ricorso alla cassa integrazione straordinaria nelle unità produttive Gefran di Provaglio d’Iseo e di […]

Gefran, c’è l’accordo. Damiani (Fim Cisl): senza lavoro i diritti sono solo teorici

corso di formazione alla gefran spaL’unità sindacale è un risultato a cui tendere, ma se questa unità compromette dei posti di lavoro e il lavoro stesso allora non va più bene”. E’ uno dei passaggi dell’intervista che Alessandra Damiani, […]

Cassa integrazione straordinaria per 134 lavoratori del Gruppo Vela

Accordo al Ministero del Lavoro tra le organizzazioni sindacali e proprietà del Gruppo Vela per la cassa integrazione straordinaria per i 134 dipendenti. Durerà un anno e riguarderà 45 lavoratori della sede bresciana di Corte Franca, 31 del sito di Bologna, 23 in quello di Molino d´Argenta in provincia di Ferrara e 35 a San Giovanni del Dosso nel mantovano. Per tutto il periodo sono previste procedure per consentire ai lavoratori delle agevolazioni in caso di ricollocazione occupazionale. […]

Firmato l’accordo di cassa integrazione per 120 lavoratori del Gruppo Vela

fornace per la produzione di lateriziSottoscritto a Milano, nella sede dell’Azienda regionale per l´istruzione e la formazione e il lavoro (Arifl) della Regione Lombardia, l´accordo per il riconoscimento della cassa integrazione straordinaria ai 120 dipendenti del Gruppo Vela prefabbricati srl, per il quale il Tribunale di Brescia ha formalmente dichiarato il fallimento lo scorso 11 giugno. […]

Si va delineando il percorso per la Spumador

La Spumador intende avviare la procedura di mobilità per i 36 lavoratori dell’azienda di Gussago. Lo ha formalizzato oggi nell’incontro con il sindacato che dal canto suo ha chiesto di far precedere la mobilità da un anno in cassa integrazione straordinaria. […]

I sindacati chiedono la cassa integrazione straordinaria per i lavoratori della Spumador

Si è svolto oggi il previsto incontro tra i sindacati e la rappresentanza della proprietà sul futuro dello stabilimento Spumador di Gussago. La società che controlla il marchio della produzione di bevande analcoliche ha annunciato la scorsa settimana l’intenzione di chiudere lo stabilimento bresciano. Nell’incontro di oggi si è discusso della possibilità di avviare un percorso per la richiesta della cassa integrazione straordinaria per i 36 lavoratori dell’unità produttiva. Il sindacato ha preso atto della disponibilità dell’azienda al confronto; un prossimo incontro dovrebbe avvenire nella prima settimana di maggio.

Bialetti: 85 posti di lavoro a rischio

La Bialetti di Coccaglio non chiuderà, passerà dalla produzione di pentole alla produzione di cialde di caffè, ma per 85 dei 135 operai che lavorano nell’azienda si apre un futuro di incertezza e di preoccupazione. […]