Salute e primati. Newsletter 100-2019

L’Italia continua a primeggiare in Europa per lo stato di salute dei propri cittadini, la migliore tra 14 Paesi europei subito dopo quella degli spagnoli. Ma risorse economiche ridotte rispetto agli altri Partner europei fanno nascere dubbi sulla capacita? del nostro Servizio Sanitario Nazionale di mantenerci in un buono stato di salute.

Gli anziani aiutano l’economia. Newsletter 99-2019

Gli italiani si sentono vecchi non quando vanno in pensione o superano una certa soglia anagrafica, ma quando diventano dipendenti da altre persone nelle ordinarie attività quotidiane, incluse le più intime. E? una delle principali conclusioni cui giunge il primo Rapporto sulla silver economy presentato oggi a Roma dal Censis.

Su Bresciaoggi la rubrica Spi, Fnp, Uilp. Newsletter 98-2019

La newsletter Fnp Cisl rilancia oggi la rubrica quindicinale che i sindacati dei Pensionati Cgil Cisl Uil curano e pubblicano sulle pagine di Bresciaoggi.

Tasse, i pochi che pagano tanto. Newsletter 97-2019

Per tutti coloro che nel nostro Paese affrontano il tema fiscale sulla base di studi e dati, sentire o leggere le affermazioni di molti esponenti politici, a volte anche ai massimi livelli di responsabilità e di alcune parti sociali, genera parecchio sconforto. Comincia così un articolo molto istruttivo a forma di Alberto Brambilla pubblicato dal Corriere della Sera.

Sanità, la migliore è in Veneto. Newsletter 96-2019

Il Veneto balza in testa alla classifica basata sulla capacità delle Regioni di assicurare i Livelli Essenziali di Assistenza, vale a dire le prestazioni sanitarie che ogni Regione deve assicurare ai propri cittadini. Seguono Toscana, Emilia Romagna, Piemonte e Lombardia.

Non autosufficienza, risorse scarse. Newsletter 95-2019

Bene l’avvio di una programmazione pluriennale, ma l’insufficienza delle risorse condiziona fortemente una risposta complessiva ai bisogni assistenziali delle persone non autosufficienti. Così le organizzazioni sindacali dopo la consultazione sulla ipotesi di Piano nazionale per la non autosufficienza presentato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Su Bresciaoggi la rubrica Spi, Fnp, Uilp. Newsletter 94-2019

La newsletter Fnp Cisl rilancia oggi la rubrica quindicinale che i sindacati dei Pensionati Cgil Cisl Uil curano e pubblicano sulle pagine di Bresciaoggi.

Scontrini e lotteria contro gli evasori. Newsletter 93-2019

La misura approvata ormai quasi tre anni fa dal governo Gentiloni è ora pronta a partire: ogni acquisto darà diritto a una serie di biglietti virtuali con cui si potrà partecipare all’estrazione di premi fino a un milione di euro.

Il prezzo della paura. Newsletter 92-2019

Di che cosa hanno paura gli italiani quando parliamo di soldi? Del futuro, di rischiare troppo, di perderli? Partiamo dai numeri di Banca d’Italia: dei 4.287 miliardi di ricchezza finanziaria posseduta dalle famiglie italiane, ben 1.371 miliardi sono parcheggiati sui conti correnti. Non si incassano interessi, non si spende, non si investe. Secondo l’ABI, nel 2018, i depositi della clientela residente sono aumentati di 32 miliardi rispetto al 2017. Una cifra uguale alla manovra di bilancio approvata a fine dicembre.

Previdenza, incontro col ministro Catalfo. Newsletter 91-2019

Si è tenuto venerdì 11 ottobre presso il Ministero del lavoro l’incontro tra le Confederazioni Cgil Cisl e Uil e le Federazioni dei pensionati Spi Cgil, Fnp Cisl e Uilp sul temi della previdenza. Tanti i temi trattati, riassunti per punti in una nota della Confederazione che riportiamo integralmente.

Su Bresciaoggi la rubrica Spi, Fnp, Uilp. Newsletter 90-2019

La newsletter Fnp Cisl rilancia oggi la rubrica quindicinale che i sindacati dei Pensionati Cgil Cisl Uil curano e pubblicano sulle pagine di Bresciaoggi.

Un patto per la salute. Newsletter 89-2019

In questi giorni il Ministero della Salute ha inviato alle Regioni 15 schede sul nuovo “Patto della Salute 2019-2021”. Molti dei temi sono presenti nella piattaforma rivendicativa che Cgil Cisl Uil hanno presentato al Governo e in base alla quale hanno chiesto al Ministro la convocazione urgente di un incontro