Con il popolo iraniano
TORNA INDIETRO

Con il popolo iraniano

Perché non scenda il silenzio sulla barbarie commessa

< 1 min per leggere questo articolo

Pubblicato il 14 Ottobre 2022

Le proteste della popolazione iraniana per la morte della 22enne Mahsa Amini, avvenuta in carcere dopo che era stata arrestata perché non indossava correttamente il velo islamico, vanno avanti ormai da settimane.

La dura repressione del regime iraniano – più di 130 morti, migliaia di feriti, sparizioni di donne e incarcerazioni – suscita indignazione in tutto il mondo. Una spirale di violenza che sembra non aver fine contro tutti coloro che osano manifestare dissenso.

La Cisl di Brescia, con il Coordinamento politiche di genere della Cisl e della Fnp, unisce la sua voce al grido di libertà scandito con coraggio nelle strade e nelle piazze iraniane aderendo alla campagna «Ciocche di capelli per il popolo iraniano», perché non scenda il silenzio sulla barbarie commessa, per la libertà, la dignità delle donne e la democrazia di tutto un popolo.

Clicca sul particolare dell’immagine qui sotto per guardare per intero il manifesto