La Cisl per gli Amministratori di sostegno | Scopri di più

Da dieci anni senza contratto
TORNA INDIETRO

Da dieci anni senza contratto

Sono i lavoratori delle Case di riposo rappresentate da Aris e Aiop

< 1 min per leggere questo articolo

Pubblicato il 20 Giugno 2022

Lunedì 27 giugno, dalle ore 9.30 alle 13, le lavoratrici e i lavoratori delle Case di riposo e di altre strutture della Lombardia che applicano i contratti collettivi Aris e Aiop manifesteranno davanti alla sede di Assolombarda a Milano per rivendicare il rinnovo del loro contratto scaduto da oltre 10 anni.

Le due associazioni, che rappresentano le strutture in ambito religioso e in ambito laico, si erano impegnate ad aprire un tavolo negoziale dopo la firma del contratto nazionale della sanità privata avvenuta nel 2020. Sono ormai quasi due anni, e Aris e Aiop continuano a disattendere l’impegno, mentre tutti gli altri contratti del settore sono stati rinnovati.

“È inaccettabile che migliaia di lavoratori che garantiscono servizi molto importanti e delicati per le persone assistite, con un impegno che si è moltiplicato negli ultimi due terribili anni segnati dal Covid, non vedano riconosciuti i loro diritti contrattuali. – si legge in una nota Fp Cisl, Cisl Fp Uilp Uil della Lombardia – Le retribuzioni sono ferme da anni e i trattamenti normativi sono ormai vecchi e superati”.

“Aris e Aiop – affermano con determinazione le organizzazioni sindacali – devono subito aprire un confronto serio e serrato, per giungere quanto prima alla sottoscrizione del contratto. Diversamente, nelle prossime settimane proseguiremo con azioni incisive aumentando progressivamente la protesta”.