La Cisl per gli Amministratori di sostegno | Scopri di più

Brescia per la “Giornata del rifugiato”
TORNA INDIETRO

Brescia per la “Giornata del rifugiato”

Lunedì 20 giugno due appuntamenti in città, all'oratorio di Fiumicello e in Largo Formentone

< 1 min per leggere questo articolo

Pubblicato il 19 Giugno 2022

Il 20 giugno è la data indicata dall’Organizzazione delle Nazioni Unite per la celebrazione della “Giornata mondiale del rifugiato”. Una data certamente non casuale; ricorda infatti l’approvazione della Convenzione relativa allo statuto dei Rifugiati del 1951, più conosciuta come “Convenzione di Ginevra”.

L’appuntamento – scrive Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (United Nations High Commissioner for Refugees) – intende “riconoscere la forza, il coraggio e la perseveranza di milioni di persone costrette a fuggire nel mondo a causa di guerre, violenza, persecuzioni e violazioni dei diritti umani”.

 

Insieme a tante altre associazioni e organizzazioni, Cisl Brescia e ANOLF Brescia sostengono le iniziative programmate in città per riflettere sull’attualità della “Giornata mondiale del rifugiato”.

Lunedì 20 giugno alle ore 17,30, all’oratorio di Fiumicello di via Luciano Manara 23, incontro dibattito sul tema:  “Nessuno resti fuori”, con la partecipazione di Adriana Apostoli (costituzionalista), di Maurizio Ambrosini (professore ordinario di Sociologia dei processi migratori all’Università degli studi di Milano), Alberto Guarisco (avvocato dell’Associazione per gli studi giuridici sull’immigrazione), don Fabio Corazzina (parroco di Fiumicello); sono inoltre previste diverse testimonianze di rifugiati.

Alle 20.30, in Largo Formentone, presidio per richiamare l’attenzione dell’opinione pubblica sul senso della giornata.

Alle 21 in programma il concerto del gruppo Rainbowjam, una band che vuole mostrare concretamente che l’integrazione la si può ascoltare, cantare e ballare.

 

Clicca sul particolare sottostante per aprire il manifesto.