Adiconsum Brescia alla manifestazione regionale “pentole vuote”
TORNA INDIETRO

Adiconsum Brescia alla manifestazione regionale “pentole vuote”

Le associazioni dei consumatori chiedono interventi per calmierare i prezzi e combattere la speculazione

< 1 min per leggere questo articolo

Pubblicato il 10 Giugno 2022

Aumenti dei prezzi e carovita preoccupano le associazioni dei consumatori. Lo hanno ribadito questa mattina in tutta Italia in decine di manifestazioni tenute davanti alle Prefetture.

Per la Lombardia la protesta è avvenuta a Milano – presente anche una delegazione di Adiconsum Brescia – in corso Monforte, dove ha sede la rappresentanza del Governo.

Una protesta provocatoriamente intitolata “pentole vuote”, immagine simbolo della difficoltà delle persone e delle famiglie che faticano ormai a soddisfare bisogni essenziali.

“Non si tratta di un generico né temporaneo aumento dei prezzi”, hanno ribadito Adiconsum e le altre associazioni presenti: più di un quarto delle famiglie si trova già in grave difficoltà e sta riducendo, fino anche a privarsene, consumi essenziali come quelli alimentari, sanitari e di cura della persona.
I rincari a cui stiamo assistendo hanno avuto finora solo timide reazioni del Governo, che si è limitato a misure di carattere emergenziale e temporaneo, come la tassazione sui superprofitti delle società dell’energia, gli sgravi parziali per alcune imprese e la riduzione degli oneri fiscali sulle bollette, ma rinviando i necessari interventi di carattere strutturale che da tempo le Associazioni dei consumatori rivendicano per arginare una crisi che si prospetta non di breve periodo.

Le associazioni hanno presentato una piattaforma di interventi per calmierare i prezzi e combattere la speculazione, chiedendo al Governo di includere i rappresentanti dei consumatori tra le parti sociali per confrontarsi sul contrasto alla povertà energetica, sul sostegno alle famiglie e ai soggetti più fragili, sulla determinazione e sorveglianza dei prezzi, sui carichi fiscali.