Corrieri Sda in sciopero il 20 maggio
TORNA INDIETRO

Corrieri Sda in sciopero il 20 maggio

In un periodo di straordinari profitti economici l'azienda nega ai lavoratori il giusto riconoscimento economico

< 1 min per leggere questo articolo

Pubblicato il 7 Maggio 2022

I corrieri di Sda, azienda proprietà di Poste italiane, si fermeranno il 20 maggio per uno sciopero nazionale. A proclamare la protesta unitariamente sono Fit Cisl, Filt Cgil e Uiltrasporti.

 

Profitti alle stelle, ridistribuzione zero

Sda – spiegano le organizzazioni sindacali – non vuole riconoscere l’impegno e i tanti sacrifici di tutti i lavoratori della filiera che durante il periodo pandemico hanno garantito la consegna a domicilio di quanto veniva acquistato con l’e-commerce. Pur in un periodo di straordinari profitti economici, l’azienda nega ai lavoratori il giusto riconoscimento economico.

 

Stop alla frammentazione degli appalti

La ricomposizione della filiera, al centro della piattaforma rivendicativa e dello sciopero, punta a fermare la frammentazione degli appalti in Sda, con la rincorsa al minor costo che porta ad avere personale che fa le stesse cose ma con diritti contrattuali e certezze occupazionali diverse.

 

Rivedere orari e carichi di lavoro

Obiettivo della protesta è anche quello di portare Sda a rivedere il tema dei carichi di lavoro nella filiera, degli orari di lavoro dei driver, del premio di risultato, del valore da aggiornare e uniformare della trasferta per chi ne ha diritto e dello spinoso tema delle coperture assicurative per i driver in caso di danni o incidenti stradali.