La Cisl per gli Amministratori di sostegno | Scopri di più

Recuperati oltre 30milioni di crediti dei lavoratori
TORNA INDIETRO

Recuperati oltre 30milioni di crediti dei lavoratori

E' il frutto dell'azione per conto dei lavoratori svolta dagli Uffici Vertenze della Cisl in Lombardia

< 1 min per leggere questo articolo

Pubblicato il 5 Maggio 2022

Sono oltre 30milioni di euro (esattamente 30.018.893) le risorse economiche recuperate nel 2021 a favore dei lavoratori, grazie all’attività degli Uffici Vertenze della Cisl Lombardia. Oltre 7.300 i lavoratori seguiti l’anno scorso, tra vertenze (4.601) e procedure fallimentari (2.751).

“Il contenzioso si è confermato stabile e inferiore agli anni pre-Covid – si legge nella nota stampa che accompagna il report sull’attività degli Uffici Vertenze Cisl – sicuramente a fronte del blocco dei licenziamenti ma anche di una legislazione che ha liberalizzato la contrattazione a termine e ridotto le tutele”.

A giocare la parte del leone è il recupero crediti, con 2647 casi, pari al 57,5% del totale. Seguono: le conciliazioni (632 casi), le opposizioni al licenziamento (553), il controllo delle buste paga (292), i contratti irregolari (157), risarcimento danni (134), i provvedimenti disciplinari (63), le violazioni di norme contrattuali (17); le situazioni “varie” sono state 106

Il settore che registra il contenzioso più alto rimane sempre quello dei servizi e del terziario, con 2253 vertenze (il 51%), a causa della tipologia di aziende, medio-piccole, e all’esigenza, dettata spesso da una concorrenza non regolata, di conciliare flessibilità e costo del lavoro. Seguono il settore metalmeccanico (861, il 19%), l’edilizia (420, il 9%) e i trasporti (369, l’8%).

Il report degli Uffici Vertenze della Cisl Lombardia conferma inoltre il crescente fenomeno del consistente ricorso alle dimissioni volontarie: oltre 8000 le pratiche effettuate nel 2021.