La Cisl per gli Amministratori di sostegno | Scopri di più

Edilizia: legalità e sicurezza sono le priorità
TORNA INDIETRO

Edilizia: legalità e sicurezza sono le priorità

Sindacati delle costruzioni e associazioni imprenditoriali ritornano su una questione centrale del settore

< 1 min per leggere questo articolo

Pubblicato il 26 Marzo 2022

Con una lettera al direttore, pubblicata questa mattina dal quotidiano Bresciaoggi, Filca Cisl, Fillea Cgil, Feneal Uil, Cape, Eseb e Associazione costruttori di Brescia, tornano sul tema della legalità e della sicurezza sul lavoro nei cantieri.

 

Egregio direttore, prevenzione infortuni e contrasto al lavoro sommerso sono due priorità sulle quali l’edilizia bresciana unita, rappresentata dal sistema Ance Brescia e dalle sigle sindacali del settore Filca-Cisl, Feneal-Uil e Fillea-Cgil, preme affinché diventino punti fermi nell’agenda politica del Paese.

Per questo motivo, la questione sollevata dal personale dell’Ispettorato territoriale del lavoro davanti alla Prefettura di Brescia – così come in altre province in previsione della giornata nazionale di sensibilizzazione del 18 marzo – per carenza di personale e di investimenti pubblici in sicurezza sul lavoro scuote rappresentanza datoriale e sindacati di categoria, preoccupati delle gravi ripercussioni che queste mancanze possono avere sulle attività in campo per la prevenzione dei rischi e degli infortuni in cantiere.

Quanto sollevato dall’Ispetorato è un campanello d’allarme che non si può ignorare, perché rischia di indebolire, per problemi operativi, l’attività di vigilanza nel settore dell’edilizia come uno dei settori prioritari di intervento, fondamentale per la legalità nel settore.

Il sistema Ance Brescia e le sigle sindacali, chiedendo di non ostacolare la sinergia sottoscritta con l’Ispettorato territoriale del lavoro nel Protocollo d’intesa compromettendo le energie in campo per la sicurezza, si uniscono a quest’ultimo nella denuncia della mancata previsione nel Pnrr di investimenti per il contrasto del lavoro nero e gli infortuni.

Rafforzare, non depotenziare, le risorse umane e materiali impiegati nella lotta contro irregolarità e morti sul lavoro – sottolineano – è l’unica strada per arginare una grave piaga e contribuire in modo concreto al contrasto del drammatico fenomeno.

Ance, Cape, Eseb, Feneal, Filca Cisl, Fillea