GOL: riqualificareformare, reinserire al lavoro. Dalla Regione un assist (clicca QUI) che mancava

 

Panificatori, intesa sul contratto integrativo regionale
TORNA INDIETRO

Panificatori, intesa sul contratto integrativo regionale

L’accordo riguarda oltre 15.000 lavoratori e circa 4.000 aziende

< 1 min per leggere questo articolo

Pubblicato il 15 Marzo 2022

Nella serata di ieri, lunedì 14 marzo, è stato sottoscritto il rinnovo del Contratto Integrativo Regionale del settore Panificazione tra Fai Cisl, Flai Cgil, Uila Uil Lombardia e Unione Regionale Panificatori Lombardia (Federpanificatori Fippa), Federazione Assipan-Confcommercio e Assopanificatori Fiesa-Confesercenti Lombardia.

Punto di forza di questa tornata contrattuale è stata la chiara volontà di concludere il negoziato senza vacanze contrattuali, garantendo, una volta definito il premio per obiettivi, la sua operatività già dal 1° gennaio 2022.

Il contratto integrativo pone poi attenzione alla prevenzione di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro – attraverso un potenziamento del presidio degli RLST – all’innovativo meccanismo di welfare contrattuale che incentiva e favorisce un investimento nella previdenza complementare contrattuale di settore (Alifond), fermo restando che tutte le scelte negoziali assunte ruotano intorno al consolidamento del sistema bilaterale lombardo (Ebipal).