La Cisl per gli Amministratori di sostegno | Scopri di più

Accoglienza profughi ucraini
TORNA INDIETRO

Accoglienza profughi ucraini

Ecco cosa fare per dare ospitalità e cosa c'è da sapere per quanto riguarda le norme sanitarie

< 1 min per leggere questo articolo

Pubblicato il 10 Marzo 2022

Il momento che sta vivendo il popolo ucraino in questi giorni richiede una risposta immediata della comunità internazionale chiamata ad intervenire per la tutela e la protezione dei civili che scappano dal conflitto.

Chi accoglie i profughi ucraini deve dare la “comunicazione di ospitalità” alla Questura se l’accoglienza avviene nel Comune di Brescia (con una PEC, la posta elettronica certificata, oppure tramite raccomandata con ricevuta di ritorno), alla Polizia Locale del proprio Comune per tutti gli altri centri della provincia.

 

MODULO COMUNICAZIONE DI OSPITALITA’

 

L’arrivo dei profughi avviene mentre ancora ci troviamo, a causa della pandemia da Covid 19, in una situazione sanitaria difficile. Per questo è assai utile il vademecum predisposto dal Ministero dell’Interno con tutte le indicazioni del caso sia in italiano che in ucraino.

 

Benvenuto in Italia