La Cisl per gli Amministratori di sostegno | Scopri di più

E’ la Lombardia la più esposta alle ricadute del caro-energia
TORNA INDIETRO

E’ la Lombardia la più esposta alle ricadute del caro-energia

Nella nostra regione il 20% delle imprese “energivore” italiane ed il 27% della base occupazionale

< 1 min per leggere questo articolo

Pubblicato il 24 Gennaio 2022

Interventi urgenti per ridurre le possibili ricadute negative del caro-energia sull’occupazione in Lombardia ed un confronto a tutti i livelli sulle politiche industriali. Lo chiede la Cisl Lombardia presentando un’elaborazione svolta sulla base dei dati Istat: rispetto al quadro nazionale, il 20% delle imprese “energivore” ed il 27% della base occupazionale è collocata in Lombardia.

Il Lombardia risultano 24.837 aziende con dipendenti a carattere energivoro, per 463.252 addetti complessivi. Di questi sono quasi 140.000 le lavoratrici ed i lavoratori maggiormente esposti agli effetti della crisi legata ai costi energetici, che in particolare può portare ad un incremento dell’utilizzo temporaneo della cassa integrazione se non addirittura a cessazioni dell’attività produttiva.