GOL: riqualificareformare, reinserire al lavoro. Dalla Regione un assist (clicca QUI) che mancava

 

Poste, 97 nuovi portalettere nel Bresciano
TORNA INDIETRO

Poste, 97 nuovi portalettere nel Bresciano

Marsili (SLP Cisl): "Un rinforzo così non si vedeva da 25 anni"

< 1 min per leggere questo articolo

Pubblicato il 12 Gennaio 2022

Cento nuovi portalettere, tutti assunti a tempo indeterminato, da distribuire tra Brescia e la provincia“. Lo scrive questa mattina il Giornale di Brescia in una doppia pagina dedicata ai problemi e alle potenzialità del servizio postale nel nostro territorio.

Per essere precisi le nuove assunzioni (1.700 su tutto il territorio nazionale) saranno 97, la quasi totalità a tempo pieno e 17 a tempo parziale e prenderanno servizio a febbraio.

“Con la prima trance di assunzioni – ha dichiarato al giornale Celso Marsili, segretario provinciale dei Postali della Cisl – se ne arruoleranno subito 85,  portando un rinforzo finalmente consistente, per cui stiamo facendo pressioni da tempo e che non si  vedeva in queste proporzioni da 25 anni. L’ingresso dei 97 nuovi portalettere potrebbe consentire di mettere una prima pezza nel lavoro di sistemazione dell’altrettanto grave problema che vede coinvolti gli sportelli, con una carenza di impiegati arrivata nel Bresciano a circa 150 unità su un totale di circa 650 occupati, con le uscite per pensionamento di una trentina di persone a fine anno”.

In che modo potrebbe avvenire questa sistemazione per la sportellistica, chiede il giornalista.

“Riqualificando qualcuno dei portalettere più esperti – risponde Marsili – che chiedono da tempo il cambio di mansione e potranno finalmente ottenerlo”.