Assegno Unico: INAS e CAF Cisl al servizio delle famiglie
TORNA INDIETRO
cafinas

Assegno Unico: INAS e CAF Cisl al servizio delle famiglie

Centro di Assistenza Fiscale e Patronato si coordinano per garantire il migliore servizio nel più breve tempo possibile

2 min per leggere questo articolo

Pubblicato il 30 Dicembre 2021

A partire da sabato 1  gennaio 2022 è possibile presentare la domanda per ottenere l’Assegno Unico Familiare, un contributo economico mensile che verrà erogato a partire dal prossimo mese di marzo.

L’assegno unico è un beneficio economico riconosciuto ai nuclei familiari in cui sono presenti figli a carico entro determinati limiti di età, sulla base della situazione economica del nucleo fotografata dall’ISEE in corso di validità.

 

Come si presenta la domanda?

Per presentare la domanda basta rivolgersi ad una qualsiasi delle 17 sedi Cisl in cui sono presenti gli operatori del Patronato INAS Cisl: la richiesta sarà validata per il periodo compreso tra il mese di marzo 2022 e febbraio 2023, l’assegno sarà riconosciuto dal mese successivo a quello della presentazione della domanda.

I criteri di determinazione della somma erogata sono principalmente due:

Quindi, per presentare la domanda gli interessati devono richiedere l’ISEE, cosa che è possibile fare attraverso il CAF Cisl di Brescia.

Con la richiesta ISEE inoltrata si può accedere agli sportelli del Patronato INAS Cisl per la presentazione della domanda per l’Assegno Unico.

 

Una corsia privilegiata 

Per prenotare l’ISEE 2022 gli interessati possono telefonare al numero 030 3844 511 (oppure al numero verde 800 800 730, ma anche prenotare dal sito cafcisl.it): una volta completato l’inoltro della pratica sarà lo stesso operatore del CAF Cisl Brescia a fissare l’appuntamento con il Patronato INAS Cisl per la presentazione della domanda dell’Assegno Unico.

Chi invece è già in possesso dell’ISEE 2022 può chiedere direttamente l’appuntamento al Patronato INAS telefonando allo 030 3844 511 oppure allo 030 3844 750

Attenzione: chi sta ricevendo il Reddito di cittadinanza non deve fare domanda per l’Assegno Unico, perché il contributo a cui ha diritto gli verrà automaticamente corrisposto dall’INPS.

 

Chi ha diritto all’Assegno Unico

I documenti necessari per ISEE e Assegno Unico

Le sedi CAF Cisl e Patronato INAS Cisl per ISEE e Assegno Unico