3.000 lavoratori bresciani interessati dal rinnovo del contratto Funzioni centrali
TORNA INDIETRO

3.000 lavoratori bresciani interessati dal rinnovo del contratto Funzioni centrali

Nel comparto ci sono i Ministeri, le Agenzie tecnico-operative; gli Enti Pubblici non Economici e le casse privatizzate

2 min per leggere questo articolo

Pubblicato il 23 Dicembre 2021

Sottoscritta la pre-intesa per il rinnovo del contratto nazionale del comparto Funzioni centrali 2019 -2021. Nel bresciano sono circa tremila i lavoratori interessati, dipendenti degli uffici ministeriali, Agenzia fiscali, INPS (nella foto la sede di Brescia), INAIL, ACI, CRI, Protezione civile.

Il risultato arriva al termine di un lungo negoziato aperto dopo la stipula del Patto per l’innovazione del lavoro pubblico e la coesione sociale del 10 marzo 2021, sottoscritto dal Governo e da Cgil, Cisl e Uil, che ha costruito le premesse del risultato raggiunto, – si legge in una nota di Cisl Fp Lombardia – un contratto chiamato a riscrivere l’ordinamento professionale di amministrazioni molto diverse fra loro.

 

L’accordo prevede: