Domenica la Marcia Perugia-Assisi: “I care”
TORNA INDIETRO

Domenica la Marcia Perugia-Assisi: “I care”

Appuntamento caratterizzato dal motto della scuola di don Milani: impegno personale e cura reciproca

< 1 min per leggere questo articolo

Pubblicato il 7 Ottobre 2021

“La pandemia è ancora in pieno corso; la crisi sociale ed economica è molto pesante, specialmente per i più poveri e vulnerabili; la crisi climatica sta peggiorando; malgrado questo non cessano i conflitti armati e si rafforzano gli arsenali militari. E’ tempo di ricominciare a lavorare per la pace”.

Comincia così il manifesto della Marcia Perugia-Assisi in programma domenica 10 ottobre e che da sempre la Cisl accompagna sia nella fase di preparazione (sabato 9 ottobre è in programma il convegno promosso dalla società civile sul tema “Afghanistan Palestina Israele:  le nostre responsabilità, le nostre proposte”) che di realizzazione.

L’appello della Perugia-Assisi è rivolto a tutti: “Dobbiamo sviluppare una mentalità e una cultura del ‘prendersi cura’ capace di sconfiggere l’indifferenza, lo scarto e la rivalità che purtroppo prevalgono. Cura delle giovani generazioni, cura della scuola, cura degli altri, cura del pianeta, cura del bene comune e dei beni comuni, cura dei lavori di cura, cura della città, cura dei diritti umani, cura della democrazia,… C’è bisogno di una politica e un’ economia della cura. La cura è il nuovo nome della pace”.