Primi risultati del monitoraggio di Adiconsum sulle piattaforme streaming
TORNA INDIETRO

Primi risultati del monitoraggio di Adiconsum sulle piattaforme streaming

L'84% delle segnalazioni riguarda disservizi di Dazn

2 min per leggere questo articolo

Pubblicato il 29 Settembre 2021

Dai primi dati emersi dalle segnalazioni pervenute ad Adiconsum sulle problematiche legate alla visione degli eventi trasmessi dalle varie piattaforme streaming (Dazn, Netflix, Amazon Prime Video, Disney+, ecc.) risulta che le criticità ci sono state e che, purtroppo,  continuano.

Sarebbe utile – scrive Adiconsum – che fossero aumentati i poteri del l’Autorità per le Garanzie nelle comunicazioni (AGCOM) che avrebbe così la possibilità di regolamentare questi servizi, attualmente esclusi da ogni controllo e dalle norme scritte nel Codice delle Comunicazioni Elettroniche. Per farlo occorre un intervento del Governo con dei provvedimenti d’urgenza.

 

Ecco in sintesi alcuni dati sui disservizi subiti dagli abbonati

Piattaforma con più segnalazioni: Dazn (84%), seguita da Infinity (13%) e Amazon Prime video (3%). Nessuna segnalazione per Netflix e Disney+ e 1 per NowTV.

Tra i disservizi subiti, l’interruzione del buffering è al primo posto con il 38% di segnalazioni, seguita dalla mancata visione totale (22%) e parziale (19%) e da altri (21%).

I disservizi hanno colpito per il 98% la visione delle partite di calcio live e per il 2% gli eventi sportivi live in generale.

I disservizi si sono verificati di più su alcuni dispositivi/applicazioni che su altri: il 55% con App TV (Smart TV), seguita dal 15% con il Decoder Tim Vision e dal 10% con Firestick (altri 20%).

Per quanto riguarda il tipo di connessione, il 43% dei disservizi si è manifestato con la fibra FTTH (43%), il 28% con la fibra FTTC, il 15% con l’ADSL e con altre (14%).

 

Adiconsum ricorda che in merito ai disservizi di Dazn, ha lanciato una petizione con la quale proponiamo una soluzione che permetta a tutti gli abbonati di vedere da subito le partite di calcio della propria squadra del cuore. Basterebbe, infatti, che Dazn estendesse il contratto stipulato con i bar e i ristoranti anche a chi vede il match da casa.

 

Per firmare la petizione clicca QUI