Dal 28 settembre torna Festival dello Sviluppo sostenibile
TORNA INDIETRO

Dal 28 settembre torna Festival dello Sviluppo sostenibile

Cisl Lombardia sarà presente con due iniziative

< 1 min per leggere questo articolo

Pubblicato il 24 Settembre 2021

Con oltre 500 eventi in tutta Italia, il 28 settembre torna il Festival dello sviluppo sostenibile, la più grande manifestazione nazionale sulla sostenibilità, organizzata dall’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile.

Un susseguirsi di convegni, appuntamenti culturali, manifestazioni di ogni tipo, in tantissime città più o meno grandi dal Nord al Sud del Paese per ben 17 giorni, tanti quanti sono gli Obiettivi fissati dall’Agenda 2030 delle Nazioni Unite.

Com’è ormai tradizione al Festival partecipa attivamente anche la Cisl Lombardia, quest’anno con due iniziative. Il primo, il 7 ottobre, dedicato alla tutela dei lavoratori rispetto alle decisioni delle multinazionali; il secondo, il 13 ottobre, alla transizione ecologica e ai suoi effetti e economici e sociali.

 

Gilardoni (Cisl Lombardia): un investimento educativo e culturale

“Le politiche di contrasto e di adattamento climatico – sottolinea Paola Gilardoni, segretario regionale Cisl Lombardia – richiedono una attiva e responsabile partecipazione al processo di cambiamento da parte delle istituzioni nazionali, e locali, delle organizzazioni di rappresentanza economiche e sociali, delle comunità e delle persone . Fondamentali sono quindi la consapevolezza ed in convincimenti di tutti i soggetti coinvolti nel processo, che si realizza attraverso un investimento educativo e culturale.

Compito del sindacato è valorizzare il lavoro come bene che contribuisce a promuovere lo sviluppo umano. Un lavoro dignitoso, in sicurezza, che ha cura del rapporto tra le generazioni, che si assume la responsabilità di “custodire” contestualmente l’ambiente e le sue risorse, quale bene che non ci appartiene e che va consegnato a chi verrà dopo di noi”.