Insegnante “no mask”, licenziamento confermato.  #LaSentenza 8-2021
TORNA INDIETRO

Insegnante “no mask”, licenziamento confermato. #LaSentenza 8-2021

Tribunale di Trento: l'obiezione di coscienza non è una motivazione valida per non indossare la mascherina

< 1 min per leggere questo articolo

Pubblicato il 4 Settembre 2021

Il Giudice del lavoro di Trento ha respinto il ricorso di un’insegnante che chiedeva il reintegro dopo il licenziamento perché si era ripetutamente rifiutata di indossare la mascherina protettiva durante il servizio scolastico.

Il Tribunale non ha riconosciuto valide le motivazioni dell’insegnate che si diceva «obiettrice di coscienza» e di essere impossibilitata a farlo per ragioni di salute ma senza una documentazione che lo comprovasse.

 

#La Sentenza 8-2021