La Cisl per gli Amministratori di sostegno | Scopri di più

Imprese di pulizia, intesa per il nuovo contratto
TORNA INDIETRO

Imprese di pulizia, intesa per il nuovo contratto

Nel bresciano sono circa 5.000 i lavoratori interessati

< 1 min per leggere questo articolo

Pubblicato il 11 Luglio 2021

Raggiunta l’intesa sul rinnovo del contratto nazionale dei lavoratori delle imprese di pulizia, servizi integrati/multiservizi. È un comparto di cui tutti abbiamo avvertito l’importanza durante la pandemia per gli interventi di sanificazione degli ambienti pubblici, e riconosciuto il senso di responsabilità degli addetti che hanno continuato a prestare la loro opera in uno scenario di grande preoccupazione e inceretezza.

Il nuovo contratto nazionale decorrerà da luglio 2021 e scadrà il 31 dicembre 2024. L’aumento economico è di 120 euro corrisposto in diverse tranche.

Sulla parte normativa il nuovo contratto interviene sui cambi di appalto, ampliando le informazioni e le comunicazioni che azienda cessante e azienda subentrante devono dare alle organizzazioni sindacali. Il ricorso al contratto a tempo determinato e ai contratti di somministrazione avranno un limite di utilizzo complessivo individuato nella misura del 35%.

Fisascat Cisl – che con le altre sigle confederali ha sottoscritto l’intesa insieme alle associazioni imprenditoriali (Anip Confindustria, Legacoop Produzione e Servizi, Confcooperative Lavoro e Servizi, Agci Servizi Lavoro e Unionservizi Confapi) – esprime soddisfazione per l’esito di una trattativa non facile che riconsegna al comparto un quadro contrattuale di riferimento ad oltre 8 anni dalla precedente scadenza.

 

I dettagli dell’intesa

Le reazioni e i commenti