Agricoli, sciopero nazionale il 30 aprile
TORNA INDIETRO

Agricoli, sciopero nazionale il 30 aprile

Per tutta la Lombardia manifestazione in Piazza Vittoria a Brescia

< 1 min per leggere questo articolo

Pubblicato il 27 Aprile 2021

Dai presidi locali allo sciopero nazionale. Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil hanno indetto per tutti i lavoratori del comparto agricolo, otto ore di astensione dal lavoro nella giornata di venerdì 30 aprile 2021.

La protesta dei lavoratori agricoli e florovivaisti, esclusi dal Decreto Sostegni e da ogni tipologia di ristoro, si allarga e si fa più pressante.

A livello regionale lo sciopero prevede una manifestazione che si terrà in Piazza Vittoria a Brescia dalle 9.30 alle 12.30.

 

I PERCHÈ DELLA PROTESTA

Il Decreto Sostegni, infatti, riconosce una indennità di 2.400 euro per i lavoratori stagionali a tempo determinato e di importo variabile per altre categorie, ma come i precedenti decreti non prevede alcun ristoro per i lavoratori agricoli, di cui molti cosiddetti “fragili”, malgrado abbiano subito le perdite di cospicue giornate di lavoro a causa dell’emergenza Covid-19.
Inoltre, i lavoratori in legge 240, inquadrati nel settore agricolo, sono esclusi dalla Naspi e quindi ancora una volta soggetti discriminati. Pertanto chiediamo anche per loro il riconoscimento di tale ammortizzatore sociale.

A questo, si aggiunge la preoccupazione per il riemergere della richiesta datoriale di modificare l’attuale normativa sui voucher in agricoltura, nonostante il Contratto preveda ampiamente l’utilizzo della flessibilità di cui necessitano le imprese.

Se non si troveranno risposte positive alle giuste richieste dei lavoratori agricoli nelle prossime settimane – conclude una nota sindacale – saranno ulteriormente implementate le iniziative di mobilitazione“.