Molotov contro il centro anti-Covid. La Cisl: gesto inqualificabile
TORNA INDIETRO

Molotov contro il centro anti-Covid. La Cisl: gesto inqualificabile

Solidarietà all'Asst Spedali Civili, al personale e ai volontari impegnati in via Morelli e in tutti i centri vaccinali bresciani

< 1 min per leggere questo articolo

Pubblicato il 3 Aprile 2021

La risposta più bella a questo gesto inqualificabile, dietro il quale possiamo solo immaginare un pericoloso mix di ignoranza, presunzione e cattiveria, è venuta dal personale e dai volontari della struttura di via Morelli che hanno dato continuità al programma di vaccinazione“.

Alberto Pluda, segretario provinciale della Cisl, e Angela Cremaschini, responsabile della Cisl Funzione Pubblica, lo scrivono in un comunicato sulla notizia dell’attentato al centro vaccinale anti Covid di via Morelli, a Brescia, dove tra le 5 e le 6 di questa mattina degli sconosciuti hanno lanciato contro la struttura due bottiglie incendiarie.

Siamo certi – aggiungono gli esponenti della Cisl – che le indagini daranno presto un volto agli autori di questo incomprensibile raid e forse allora potremo tentare una spiegazione. Oggi possiamo solo manifestare la nostra solidarietà all’ASST Spedali Civili e a tutti coloro che nei centri vaccinali di città e provincia stanno lavorando per dare tranquillità e speranza ai bresciani. E ribadire che vaccinarsi è un atto di responsabilità, verso sé stessi e verso la comunità“.