L’Alco, la proprietà sfugge al confronto
TORNA INDIETRO

L’Alco, la proprietà sfugge al confronto

La titolarità del Gruppo continua a farsi rappresentare da consulenti e avvocati evitando così ogni impegno

< 1 min per leggere questo articolo

Pubblicato il 14 Marzo 2021

La proprietà del Gruppo L’Alco ha disertato anche l’incontro convocato dalla Commissione Attività Produttive di Regione Lombardia per approfondire l’esame della crisi della società e il futuro occupazionale dei 750 dipendenti. A farsi rappresentare ha mandato un consulente e un advisor che però ha lasciato anzitempo la riunione.

Un segnale davvero preoccupante, ultimo di una serie, purtroppo, che non depone a favore di uno sviluppo positivo della vertenza.

Fisascat Cisl e le altre organizzazioni sindacali del settore hanno ribadito gli elementi di preoccupazione portati nei giorni scorsi al confronto in Prefettura, soprattutto in considerazione della imminente scadenza della cassa integrazione in deroga per Covid, prevista per fine marzo.

La presidenza della Commissione ha annunciato che convocherà nuovamente la proprietà del Gruppo L’Alco per conoscere lo stato attuale delle trattative sull’ipotesi di cessione dei marchi Despar, Eurospar, Interspar e Cash&Carry Alta Sfera, e avere un quadro complessivo anche su organici e punti vendita.