Intendere e decodificare la lezione delle biblioteche
TORNA INDIETRO

Intendere e decodificare la lezione delle biblioteche

Un anniversario offre l'occasione per tornare sulla controversa prefazione de "Il nazista e il ribelle"

< 1 min per leggere questo articolo

Pubblicato il 28 Febbraio 2021

Il prossimo 4 marzo ricorre il 45° anniversario della morte di don Carlo Comensoli, sacerdote che ebbe un ruolo di grande rilievo nella Resistenza in Valle Camonica.

L’anniversario offre l’occasione per dare spazio ad un contributo critico attorno libro Il nazista e il ribelle di Andrea Cominini, un lavoro dopo il quale – secondo la prefazione dello storico Mimmo Franzinelli – “resta ben poco in piedi delle pubblicazioni di storia locale dedicate alla Resistenza”.

“Affermazione assai discutibile – osserva Roberto Ravelli Damioli, presidente delle Fiamme Verdi della Valle Camonica – oltre che ingenerosa verso l’enorme impegno di documentazione e di divulgazione che da tanti anni coinvolge studiosi e ricercatori locali”.

Con pacatezza ma anche con molto rigore, interviene sull’argomento Luigi Mastaglia che ha raccolto e trascritto innumerevoli testimonianze dei protagonisti della Resistenza in Valle Camonica, egli stesso autore, assieme a Tullio Clementi, di una imponente raccolta di documenti e testi promossa dalle Fiamme Verdi e pubblicata nel volume “La terza età della Resistenza”.