L’Alco, nessuna schiarita
TORNA INDIETRO

L’Alco, nessuna schiarita

La vertenza è stata oggetto di un'audizione alla Commissione Attività produttive di Regione Lombardia

< 1 min per leggere questo articolo

Pubblicato il 4 Febbraio 2021

Nessuna schiarita sul futuro dei dipendenti del Gruppo L’Alco (supermercati Despar, Interspar, Eurospar e Alta Sfera in provincia di Brescia, Bergamo, Cremona, Pavia e Lodi) dopo l’incontro di ieri alla Commissione Attività produttive di Regione Lombardia.

“Abbiamo esposto le preoccupazioni riguardanti le criticità occupazionali ed economiche – scrivono in una nota Filcams Cigl, Fisascat Cisl e Uiltucs – così come abbiamo sottolineato che ci sono ancora degli arretrati salariali”. Si è parlato anche dell’ipotesi di un passaggio di proprietà dei marchi e dei punti vendita del Gruppo con la garanzia occupazionale ridotta però di un terzo rispetto agli attuali 750 dipendenti.

I rappresentanti del Gruppo hanno ripetuto dal canto loro le difficoltà economiche parlando della cessione come unica soluzione alla continuità aziendale.

La Commissione Attività produttive di Regione Lombardia tornerà ad ascoltare le parti nei prossimi giorni, con l’impegno della proprietà a precisare una serie di informazioni necessarie alla valutazione della vertenza: dal reale numero degli esuberi emersi nella trattativa con il potenziale compratore e l’entità degli incentivi all’esodo che potrebbero essere messi in campo dal Gruppo L’Alco.