Le sedi CISL sono aperte per le necessità di lavoratori, giovani, pensionati e cittadini. QUI tutti gli indirizzi e i numeri di telefono per prenotare un appuntamento

Precari e lavoro atipico senza sostegni Covid
TORNA INDIETRO

Precari e lavoro atipico senza sostegni Covid

La Cisl chiede al Governo di estendere le protezioni sociali alle fasce più deboli del mercato del lavoro

< 1 min per leggere questo articolo

Pubblicato il 12 Gennaio 2021

Nelle misure di sostegno al mercato del lavoro per contrastare gli effetti della pandemia “decine di migliaia di lavoratori precari, somministrati e autonomi sono stati lasciati senza sostegno al reddito. Un vuoto che ha creato situazioni sociali drammatiche, e che purtroppo rileviamo anche in Legge di Bilancio”.

Lo ha detto Luigi Sbarra, segretario generale aggiunto Cisl, intervenendo a un’iniziativa unitaria di Felsa, Nidil e Uiltemp sul lavoro autonomo.

La Cisl chiede al Governo di raddrizzare subito questa stortura, estendendo le indennità Covid ai CoCoCo e partite Iva iscritte alla gestione separata, collaborazioni occasionali , a tutti gli stagionali somministrati, a braccianti agricoli, colf e badanti. Questo è il momento della coesione: frammentare ulteriormente il mondo del lavoro è l’ultima cosa che serve al Paese”.