Premio Panzera, trentesima edizione
TORNA INDIETRO

Premio Panzera, trentesima edizione

"Testimoni di umanità, cura e solidarietà" il tema di quest'anno

< 1 min per leggere questo articolo

Pubblicato il 26 Ottobre 2020

Il Premio Panzera giunge quest’anno ad un traguardo davvero significativo. Quella programmata nella giornata di venerdì 11 dicembre 2020 è la trentesima edizione del tradizionale appuntamento dei Pensionati Cisl sulle questioni più rilevanti della condizione anziana.

Nato da una felicissima intuizione di Alcide Cattabriga, allora segretario generale della categoria, il premio è ancorato ai valori della solidarietà intergenerazionale, con uno sguardo sempre attento e partecipe all’attualità.

Quest’anno il riferimento non può che essere quello della pandemia: “Testimoni di umanità, cura e solidarietà“.

“Per i Pensionati Cisl – si legge nella presentazione dell’appuntamento – questa trentesima edizione del Premio Panzera costituisce da un lato il momento per fare doverosa memoria dei tanti nostri iscritti e militanti, donne ed uomini che hanno perso la vita in questi mesi e, dall’altro, l’occasione per riflettere sulla capacità di reagire al disorientamento e di mobilitare energie e intelligenze rappresentata dallo sforzo e dall’impegno di tanti – singole persone, Associazioni, Istituzioni – che hanno fronteggiato l’emergenza in prima fila.

 

Il programma della mattinata (solo nelle prossime settimane si capirà se sarà possibile svolgerlo in presenza oppure on line) inizierà con una messa celebrata da tre sacerdoti figli di altrettanti iscritti alla Fnp Cisl provinciale: don Marco Iacomino, don Daniele Mombelli e don Massimo Pucci.

A seguire, Giuseppe Orizio, segretario generale dei Pensionati Cisl, introdurrà la tavola rotonda sul tema del Premio, con la partecipazione di Emilio Del Bono, sindaco di Brescia;  Roberto Farfaglia, primario del reparto di Chirurgia dell’Ospedale di Manerbio; Valentina Blesio, infermiera degli Spedali Civili Brescia; Gianbattista Guerrini, direttore sanitario della Fondazione Brescia Solidale; Filippo Bonetti, volontario Protezione Civile Artogne.

La mattinata terminerà con la consegna dei riconoscimenti della trentesima edizione del Premio Panzera.