Infortuni Covid-19, Lombardia maglia nera
TORNA INDIETRO

Infortuni Covid-19, Lombardia maglia nera

2.896 le denunce dal Bresciano all'INAIL, 25 quelle con esito mortale

< 1 min per leggere questo articolo

Pubblicato il 22 Ottobre 2020

I dati INAIL al 30 settembre 2020 sulle denunce di infortunio da Covid-19, confermano per la Lombardia – 9.057 infortuni, il 35,2% dei casi a livello nazionale, il 41,7% di quelli con esito mortale – una situazione particolarmente seria.

Milano rappresenta il 30,8% delle denunce di infortunio nella regione con 5.872 casi totali, seguita da Brescia (2.896), Bergamo (2.469), Cremona (1.433). Per le denunce degli accadimenti mortali al primo posto si colloca Bergamo con 37 poi Milano a 26, Brescia 25 e Cremona 18.

Le lavoratrici sono quelle più colpite con il 72,2% del totale della Lombardia.

Settori più esposti sono la sanità e il sociale e assistenziale, con il 78,1% delle denunce di infortunio.