Sanità privata, lavoratori ostaggio delle pretese di Aris e Aiop
TORNA INDIETRO

Sanità privata, lavoratori ostaggio delle pretese di Aris e Aiop

2 min per leggere questo articolo

Pubblicato il 29 Luglio 2020

Le organizzazioni sindacali bresciane della sanità privata hanno dato vita questa mattina ad un presidio di fronte alla Clinica Città di Brescia del Gruppo San Donato. Motivo della protesta è il rinvio della firma del  rinnovo del contratto di lavoro da parte delle associazioni che raggruppano le imprese sanitarie private.

L’intesa sul rinnovo contrattuale dello scorso 10 giugno – spiega Marcello Marroccoli della Segreteria provinciale della Cisl Fp – è avvenuta a 14 anni dal precedente e a 3 anni dall’avvio della trattativa. Che adesso Aris e Aiop accampino nuove scuse per rinviare la ratifica dell’intesa è inaccettabile. Non siamo più disposti ad accettare altri ritardi!”

Le due associazioni datoriali “non si accontentano dell’ impegno già manifestato dal Governo e dalle Regioni a farsi carico di più del 50% degli aumenti contrattuali, dicono di voler prima vedere  le risorse e poi procederanno alla definitiva sottoscrizione del contratto. E’ davvero un atteggiamento vergognoso, soprattutto dopo quello che gli operatori sanitari hanno fatto e stanno facendo con impegno e professionalità per la grave emergenza che stiamo vivendo. Senza dimenticare, poi, che stiamo parlando di aziende private con bilanci in attivo che operano in regime di convenzione, ricevendo sostanziosi fondi pubblici per le prestazioni erogate ai cittadini”.

Cisl Fp, Uil Fpl e Fp Cgil, auspicando l’intervento del Governo e delle Regioni, chiedono alle due associazioni di rivedere il loro atteggiamento, “ci vedremo altrimenti costretti – sottolinea Marroccoli – a proclamare forme di mobilitazione più pesanti: lavoratrici e i lavoratori non sono disposti ad accettare umiliazioni”.

Al presidio di questa mattina erano presenti anche Maria Rosa Loda della Segreteria della Cisl di Brescia e Giovanna Mantelli, segretario organizzativo dei Pensionati Cisl.