La Regione s’impegna: pari indennità Covid per interinali e dipendenti sanità

C’è un impegno politico da parte della Regione ad equiparare il trattamento lavoratori interinali a quello dei lavoratori dipendenti rispetto ai premi Covid-19″. Lo ha annunciato Guido Fratta, segretario generale Felsa Cisl Lombardia, riferendo ai lavoratori somministrati della sanità in presidio davanti a Palazzo Lombardia dell’incontro avuto in mattinata con la direzione dell’Assessorato alla Sanità.

Alla manifestazione ha preso parte anche una delegazione della Felsa Cisl, della Cisl Funzione Pubblica e della Fisascat Cisl (nella foto), con la presenza del segretario della Cisl bresciana Paolo Reboni.

“Il confronto è aggiornato ai primi di settembre – ha aggiunto ancora il sindacalista – ma prima vogliamo che questo impegno si traduca in un testo scritto. Non vogliamo più aspettare, non vogliamo più che i lavoratori somministrati siano trattati come lavoratori di serie B, perché durante l’emergenza Covid-19 hanno combattuto in prima linea il virus all’interno di corsie, rianimazioni ed ambulatori, mettendo quotidianamente a rischio la propria salute, al pari dei loro colleghi assunti con contratto di lavoratori dipendenti”.

Etichette: nessuna etichetta

CISL BRESCIA: Uffici aperti. Accessi in sicurezza regolati su prenotazione allo 030 3844 511