Roberto Benaglia è il nuovo leader nazionale della Fim Cisl

Roberto BenagliaIl mio primo pensiero da segretario generale della Fim Cisl lo rivolgo ai troppi metalmeccanici oggi in cassa integrazione e ai tanti giovani con contratti a termine che già sono stati lasciati a casa“. Lo ha detto oggi Roberto Benaglia intervenendo di fronte al Consiglio generale dei metalmeccanici della Cisl chiamato a scegliere la nuova guida della categoria dopo le dimissioni di Marco Bentivogli.

“Il settore sta vivendo la peggiore recessione dal dopoguerra – ha detto ancora il nuovo leader nazionale della Fim – e il sindacato è chiamato a mettere in campo una forte iniziativa per il rilancio del settore. Ai lavoratori dobbiamo risposte. Difendere i posti di lavoro sarà la nostra priorità”.

Roberto Benaglia è un bergamasco, ha 59 anni, è stato segretario generale della Fim Lombardia dal 1998 al 2008 per poi entrare nella Segreteria della Cisl regionale fino al 2016. Ha poi lavorato in Confederazione per seguire le politiche contrattuali e dal 2019 era stato eletto nella Segreteria nazionale della Fai Cisl.

A poche ore dall’elezione il nuovo segretario ha inviato una lettera alle delegate e ai delegati della Fim: “Il mondo del lavoro è in rapida trasformazione. Stiamo tutti toccando con mano cosa significa avere a che fare con la digitalizzazione, con il lavoro agile e a distanza, con il bisogno di nuove competenze, con le flessibilità che sempre più vengono richieste a chi lavora. La Fim è stata in questi anni un sindacato molto proiettato verso l’innovazione, anche contrattuale. Il mio impegno sarà anche quello di portare avanti questa sfida. Contrattare è il nostro mestiere. Contrattare nuove tutele per il lavoro che cambia costituisce una delle principali missioni del sindacato moderno”.

 

Etichette: nessuna etichetta

CISL BRESCIA: Uffici aperti. Accessi in sicurezza regolati su prenotazione allo 030 3844 511