Bonus ristrutturazioni, osservazioni e proposte dei sindacati

Bene gli incentivi alle ristrutturazioni, ma “Governo e maggioranza parlamentare dovrebbero prevedere che le famiglie possano cedere il credito di imposta direttamente ad aziende e banche. In questo modo le famiglie non anticiperebbero nulla per i lavori, e anche le famiglie meno abbienti potrebbero così effettuare interventi sulle proprie abitazioni”.

La proposta è della Filca Cisl e delle altre sigle sindacali dell’edilizia, che chiedono anche di “subordinare tutti gli incentivi al Durc, il Documento Unico di Regolarità Contributiva che attesta il corretto impiego di lavoratori: “E’ una richiesta – affermano i sindacati –  che abbiamo più volte avanzato al Ministero dello Sviluppo economico in cui si discute del rilancio del settore. Chiunque dovesse impedire queste migliorie si assumerebbe una responsabilità enorme, alimentando di fatto illegalità, incidenti sul lavoro, mancato rispetto dei contratti”.

Si tratta di lavorare sugli emendamenti al Decreto del Governo “aiutando le fasce più deboli che rimarrebbero escluse dalle opportunità dei vari bonus e combattendo il lavoro nero, che nell’edilizia privata coinvolge circa 400 mila persone, per un’evasione superiore al miliardo di euro ogni anno”.

 

Etichette: nessuna etichetta

CISL BRESCIA: Uffici aperti. Accessi in sicurezza regolati su prenotazione allo 030 3844 511