Covid, 47mila contagi sul lavoro: 2.584 nel bresciano

Sono 47.022 i contagi da nuovo Coronavirus di origine professionale denunciati all’INAIL alla data del 31 maggio, 3.623 in più rispetto al monitoraggio precedente del 15 maggio. I casi mortali sono 208 (+37), pari a circa il 40% del totale dei decessi sul lavoro denunciati all’Inail nel periodo preso in esame e concentrati nei mesi di marzo (40%) e aprile (56%).

 

 

 

Nel territorio provinciale le denunce sono 2.584: il maggior numero, dopo Milano, nella triste classifica per province. A rilevarlo è il quarto report nazionale elaborato dalla Consulenza statistico attuariale dell’Istituto.

 

Nella sanità il maggior numero di denunce

Il settore della Sanità e assistenza sociale – che comprende ospedali, case di cura e di riposo, istituti, cliniche, policlinici universitari, residenze per anziani e disabili – registra, insieme agli organismi pubblici preposti alla sanità, l’81,6% delle denunce (e il 39,3% dei casi mortali). Seguono i servizi di vigilanza, pulizia, call center, il settore manifatturiero (industria alimentare, chimica e farmaceutica), le attività di alloggio e ristorazione e il commercio.

Etichette: nessuna etichetta

CISL BRESCIA: Uffici aperti. Accessi in sicurezza regolati su prenotazione allo 030 3844 511