Sanità privata: tra dieci giorni lo sciopero generale

“Ora Basta. Mobilitiamoci. Contratto Subito”. Sono gli slogan del volantino Cisl Fp, Fp Cgil e Uil Fpl per lo sciopero nazionale della sanità privata del prossimo 18 giugno.

La mobilitazione in risposta alla reiterata volontà delle controparti di non voler giungere alla sottoscrizione del rinnovo del contratto Aiop-Aris dei dipendenti delle strutture della sanità privata, scaduto da oltre 13 anni – e nell’apertura del confronto per il rinnovo del contratto nazionale di lavoro del personale delle Rsa – scaduti da oltre 5 anni.

Un comportamento inaccettabile delle parti datoriali che appare ancora più vergognoso se si pensa che, ancora una volta, le professioniste ed i professionisti della sanità privata hanno operato, unitamente ai colleghi della sanità pubblica, per far fronte alla grave emergenza sanitaria dovuta al Covid-19 con la stessa professionalità ed impegno ma senza gli stessi diritti ad un riconoscimento economico uguale.

 

La foto è stata scattata nel settembre dello scorso anno alla presentazione di una delle tante iniziative per denunciare l’atteggiamento di Aris e Aiop 

 

 

Etichette: nessuna etichetta

CISL BRESCIA: Uffici aperti. Accessi in sicurezza regolati su prenotazione allo 030 3844 511