Furlan: Riannodare i fili della comunità, alimentare nuova speranza
TORNA INDIETRO

Furlan: Riannodare i fili della comunità, alimentare nuova speranza

< 1 min per leggere questo articolo

Pubblicato il 28 Maggio 2020

“A Brescia morirono uomini e donne di diversa estrazione sociale. Erano persone unite dalla voglia di libertà e di democrazia, accomunate dall’identità antifascista e dalla condanna senza se e senza ma della violenza stragista”.

Il nostro compito – ha detto il segretario nazionale della Cisl Annamaria Furlan concludendo il suo intervento nel 46° anniversario della strage di Piazza Loggia – è consegnare intatti questi ricordi ai nostri figli. Per questo bisogna riannodare i fili della comunità, alimentare una nuova speranza, essere operatori di giustizia sociale. Dobbiamo difendere sempre le istituzioni democratiche, incalzare i governi, ricucire il Paese. Il sindacato allora come oggi è in campo per affermare questi principi e questi valori”.