Mezzo milione di lombardi cura in casa un familiare anziano

La Lombardia conta dieci milioni di residenti; di questi, 2,2 milioni sono anziani (over 65), 510.000 dei quali non autosufficienti. A fronte di questa presenza, opera circa mezzo milione di caregiver familiari. A loro è dedicata la ricerca “Caregiver e Covid-19” dell’Associazione per la ricerca Sociale realizzata anche con il contributo di Fnp Cisl Lombardia.

L’identikit del “caregiver” che emerge dalla ricerca è molto chiaro: è femmina nell’85% dei casi; tra i 50 e i 55 anni; quasi sempre dipendente a tempo pieno; assiste solitamente la madre.

Sono volontari – aggiunge la Segreteria regionale dei Pensionati Cisl – molto spesso senza alternative, che si vedono costretti a sostituirsi alla mancanza di servizi socio-sanitari sul territorio. Vanno riconosciuti socialmente e sostenuti anche economicamente, formati, supportati da servizi professionali in campo sociale e sanitario, sollevati dal peso della cura per alcuni periodi”. Per questo serve urgentemente una legge: “E’ giusto riconoscere l’assistenza familiare come lavoro – conclude la Fnp –  e come tale merita le tutele proprie di chi lavora”.

 

 

Etichette: ,

CISL BRESCIA: Uffici aperti. Accessi in sicurezza regolati su prenotazione allo 030 3844 511