Ricorso al TAR: rischi dalle ordinanze di Regione Lombardia sull’e-commerce

I rappresentanti sindacali dei lavoratori della logistica – magazzinieri, corrieri, fattorini – hanno presentato oggi pomeriggio un ricorso formale al Tribunale Amministrativo Regionale nei confronti delle ordinanze di Regione Lombardia con cui viene di fatto liberalizzato il commercio on-line.

Una decisione – affermano Fit Cisl, Filt Cgil e Uilt – nettamente in contrasto con i decreti del Governo e della presidenza del Consiglio con i quali si limitano una serie di attività produttive per contrastare la diffusione del Covid-19″.

Il lockdown tiene a casa un gran numero di persone e questo ha determinato il raddoppio delle vendite on line e, di conseguenza, il raddoppio di lavoro nei magazzini con una frenetica attività che impedisce il rispetto delle distanze per ridurre il rischio del contagio. Da qui la decisione, dopo che la Regione ha ignorato tutti gli appelli del sindacato, di ricorrere al TAR.

 

 

 

Etichette: , , ,

CISL BRESCIA: Uffici aperti. Accessi in sicurezza regolati su prenotazione allo 030 3844 511