Guarda la registrazione del convegno  E’ POSSIBILE SUPERARE L’OSTACOLO DELLE PAURE? clicca QUI

La scomparsa di Cesare Trebeschi
TORNA INDIETRO

La scomparsa di Cesare Trebeschi

< 1 min per leggere questo articolo

Pubblicato il 10 Aprile 2020

E’ morto questa notte Cesare Trebeschi. Era nato il 21 agosto del 1925. Avvocato, uomo politico, sindaco di Brescia tra il 1975 e il 1985. Scompare con lui una delle figure pubbliche bresciane di maggiore rilievo.

Giovanissimo si era unito alle Fiamme Verdi nella lotta di Liberazione: suo padre Andrea, esponente dei Cattolici Popolari, fu perseguitato dai nazifascisti e deportato in Germania nei campi di sterminio prima a Dachau, poi a Mauthausen e infine a Gusen dove morì nel gennaio del 1945.

Rigore, correttezza, passione – sottolinea Alberto Pluda, segretario provinciale della Cisl – sono le caratteristiche con le quali ha segnato la  storia politica e sociale bresciana. La sua testimonianza è stata un costante punto di riferimento e motivo di ispirazione per quanti orientano al bene comune il loro lavoro e il loro impegno di ogni giorno. Lo ricordiamo con affetto e riconoscenza“.

 

Nella foto, Cesare Trebeschi, in primo piano, accanto a Franco Castrezzati sul palco della manifestazione del 28 maggio 2015 nell’anniversario della strage di Piazza della Loggia.