Sindacati regionali: errore mettere le ragioni economiche prima della salute

da dx - Elena Lattuada, Ugo Duci e Danilo MargaritellaRiteniamo che aver scelto di far prevalere le ragioni economiche, seppur con alcune limitazioni del tutto insufficienti a fronteggiare l’emergenza sanitaria, rispetto alla prioritaria tutela intransigente e certa della salute delle lavoratrici e dei lavoratori, lasciando di fatto al sistema delle imprese il giudizio finale su cosa e come produrre, sia un errore”.

I segretari regionali di Cgil Cisl Uil lo scrivono in una nota a commento del nuovo Decreto del Presidente del Consiglio che ha disposto un’ulteriore stretta alle limitazioni in atto per arginare il Coronavirus, senza però intervenire con indicazioni stringenti sulle attività produttive.

Per questo – scrivono Cgil Cisl Uil Lombardia – da subito abbiamo chiesto che la Cabina di regia regionale sia il luogo utile a favorire gli accordi per una significativa riduzione delle attività produttive nella nostra regione, tenuto conto sia dell’emergenza sanitaria che delle attività indispensabili e di pubblica utilità, nonché della definizione concordata di quali siano le dotazioni strumentali e i presidii di massima sicurezza e le modalità organizzative che ogni impresa deve garantire a garanzia della salute dei lavoratori, in mancanza delle quali è obbligata la sospensione dell’attività”.

Etichette: , , , ,

CISL BRESCIA: Uffici aperti. Accessi in sicurezza regolati su prenotazione allo 030 3844 511